INDICE
 

ACONITUM NAPELLUS. 6

ACTAEA RACEMOSA.. 7

AESCULUS HIPPOCASTANUM... 7

AETHUSA CYNAPIUM... 7

AILANTHUS GLANDULOSA.. 8

ALLIUM CEPA.. 8

ALLIUM SATIVUM... 8

ALOE SOCOTRINA.. 8

ALUMINA.. 9

AMBRA GRISEA.. 9

AMMONIUM CARBONICUM... 9

AMMONIUM MURIATICUM... 10

ANACARDIUM ORIENTALE. 10

ANTHRACINUM... 10

ANTIMONIUM CRUDUM (Solfuro nero di antimonio) 10

ANTIMONIUM TARTARICUM... 11

APIS MELLIFICA.. 11

ARGENTUM METALLICUM... 12

ARGENTUM NITRICUM... 12

ARNICA MONTANA.. 13

ARSENICUM ALBUM... 13

ARSENICUM IODATUM... 14

ARTEMISIA VULGARIS. 15

ARUM TRIPHYLLUM... 15

ASA FOETIDA.. 15

AURUM METALLICUM... 15

AURUM MURIATICUM NATRONATUM... 16

BAPTISIA TINCTORIA.. 16

BARYTA CARBONICA.. 17

BELLADONNA.. 17

BELLIS PERENNIS. 18

BENZOICUM ACIDUM... 18

BERBERIS VULGARIS. 18

BISMUTHUM (Sottonitrato di bismuto) 19

BORAX VENATA (Borato di sodio) 19

BRYONIA ALBA.. 19

BUFO RANA.. 20

CACTUS GRANDIFLORUS. 21

CALADIUM SANGUINEUM... 21

CALCAREA CARBONICA.. 21

CALCAREA FLUORICA.. 22

CALCAREA IODATA.. 22

CALCAREA PHOSPHORICA.. 23

CAMPHORA.. 23

CANTHARIS. 24

CAPSICUM ANNUUM... 24

CARBO ANIMALIS. 25

CARBO VEGETABILIS. 25

CAULOPHYLLUM... 25

CAUSTICUM... 26

CHAMOMILLA VULGARIS. 26

CHELIDONIUM MAJUS. 27

CHINA RUBRA.. 27

CHININUM SULFURICUM... 28

CICUTA VIROSA.. 28

CINA.. 29

CINNABARIS. 29

CLEMATIS ERECTA.. 29

COCA.. 29

COCCULUS INDICUS. 30

COCCUS CACTI 30

COFFEA CRUDA.. 30

COLCHICUM AUTUMNALE. 31

COLLINSONIA CANADENSIS. 31

COLOCYNTHIS. 31

COMOCLADIA DENTATA.. 32

CONIUM MACULATUM... 32

CORALLIUM RUBRUM (Corallo rosso) 32

CRATAEGUS OXYACANTHA.. 33

CROCUS SATIVUS. 33

CROTON TIGLIUM (Olio del pinolo d'India) 33

CUPRUM METALLICUM... 33

CYCLAMEN EUROPAEUM... 34

DIGITALIS PURPUREA.. 34

DIOSCOREA VILLOSA.. 34

DROSERA ROTUNDIFOLIA.. 34

DULCAMARA.. 35

EQUISETUM HIEMALE. 35

EUPATORIUM PERFOLIATUM... 35

EUPHRASIA OFFICINALIS. 36

FERRUM METALLICUM... 36

FERRUM PHOSPHORICUM (Fosfato ferroso-ferrico) 36

FLUORICUM ACIDUM... 36

FRAXINUS AMERICANA.. 37

GELSEMIUM SEMPERVIRENS. 37

GLONOINUM... 38

GNAPHALIUM POLYCEPHALUM... 38

GRAPHITES. 38

HAMAMELIS VIRGINIANA.. 39

HELLEBORUS NIGER.. 39

HELONIAS DIOICA.. 40

HEPAR SULFURIS CALCAREUM... 40

HYOSCYAMUS NIGER.. 40

HYPERICUM PERFORATUM... 41

IGNATIA AMARA.. 41

IODUM... 42

IPECA.. 42

IRIS VERSICOLOR.. 43

KALIUM ARSENICOSUM... 43

KALIUM BICHROMICUM... 43

KALIUM BROMATUM... 44

KALIUM CARBONICUM (Carbonato bipotassico) 44

KALIUM IODATUM... 45

KALIUM MURIATICUM... 45

KALIUM PHOSPHORICUM... 45

KALMIA LATIFOLIA.. 46

KREOSOTUM... 46

LAC CANINUM... 46

LACHESIS MUTUS. 47

LAPIS ALBUS. 48

LEDUM PALUSTRE. 48

LILIUM TIGRINUM... 48

LYCOPODIUM CLAVATUM... 49

LYCOPUS VIRGINICUS. 50

MAGNESIA CARBONICA (Carbonato di magnesio) 50

MAGNESIA PHOSPHORICA.. 51

MELILOTUS ALBA.. 51

MERCURIUS CORROSIVUS. 51

MERCURIUS CYANATUS. 51

MERCURIUS DULCIS. 52

MERCURIUS SOLUBILIS. 52

MEZEREUM... 53

MOSCHUS. 53

MURIATICUM ACIDUM... 54

NAJA TRIPUDIANS. 54

NAPHTALINUM... 54

NATRUM CARBONICUM... 54

NATRUM MURIATICUM... 55

NATRUM SALICYLICUM... 56

NATRUM SULFURICUM... 56

NITRICUM ACIDUM... 56

NUX MOSCHATA.. 57

NUX VOMICA.. 57

OCIMUM CANUM... 58

OENANTHE CROCATA.. 58

OPIUM... 59

OXALICUM ACIDUM... 59

PAEONIA.. 59

PAREIRA BRAVA.. 59

PETROLEUM... 60

PHOSPHORICUM ACIDUM... 60

PHOSPHORUS. 61

PHYSOSTIGMA.. 62

PHYTOLACCA AMERICANA.. 62

PLATINA.. 62

PLUMBUM METALLICUM... 63

PODOPHYLLUM PELTATUM... 63

PRUNUS SPINOSA.. 64

PSORINUM... 64

PULSATILLA.. 64

PYROGENIUM... 65

RANUNCULUS BULBOSUS. 66

RAPHANUS SATIVUS. 66

RATANHIA.. 66

RHODODENDRON.. 67

RHUS TOXICODENDRON.. 67

RHUS VERNIX.. 67

RICINUS COMMUNIS. 68

ROBINIA.. 68

RUMEX CRISPUS. 68

RUTA GRAVEOLENS. 68

SABADILLA.. 69

SABAL SERRULATA.. 69

SABINA.. 69

SAMBUCUS NIGRA.. 70

SANGUINARIA CANADENSIS. 70

SARSAPARILLA.. 70

SECALE CORNUTUM... 71

SELENIUM... 71

SENNA.. 71

SEPIA.. 72

SERUM ANGUILLAE. 73

SILICEA.. 73

SOLIDAGO VIRGA AUREA.. 74

SPIGELIA ANTHELMIA.. 74

SPONGIA TOSTA.. 75

STANNUM... 75

STAPHYSAGRIA.. 75

STRAMONIUM... 76

STRONTIUM CARBONICUM... 77

SULFUR.. 77

SULFURICUM ACIDUM... 78

SULFUR IODATUM... 78

SYMPHYTUM OFFICINALE. 79

TABACUM... 79

TARENTULA CUBENSIS. 79

TARENTULA HISPANICA.. 79

TELLURIUM... 79

TEREBINTHINA.. 80

TEUCRIUM MARUM... 80

THERIDION CURASSAVICUM... 80

THUYA OCCIDENTALIS. 81

TRILLIUM PENDULUM... 81

TUBERCULINUM... 82

URTICA URENS. 82

UVA URSI 82

VALERIANA OFFICINALIS. 82

VERATRUM ALBUM... 83

VERATRUM VIRIDE. 83

VERBASCUM THAPSUS. 83

VIBURNUM OPULUS. 83

VIPERA REDI 84

VISCUM ALBUM... 84

ZINCUM METALLICUM... 84

 

 

 

ACONITUM NAPELLUS

 

La febbre agitata

 

 Dopo un colpo di freddo asciutto, bruscamente, spesso intorno alla mezzanotte, compaiono i segni invasivi di una malattia infettiva, soprattutto delle vie respiratorie superiori.

 

La febbre è elevata, accompagnata da polso pieno, duro, rapido. Il malato di Aconitum è asciutto: la sua pelle non suda (salvo dopo la somministrazione del farmaco); ha le mucose aride; presenta tosse breve, secca, laringea. Ha il viso arrossato quando è disteso, impallidisce quando si alza a sedere sul letto. Può avere diarrea verde con ventre caldo, urine rare e calde, disuria.

 

È agitato in senso fisico e mentale; ha paura della morte; è convinto di stare per morire e reclama assistenza medica.

 

Altre cause di ansia

 

  Questa fortissima ansia si manifesta non solo durante una malattia infettiva, ma anche durante un'emorragia, una nevralgia facciale (con intollerabili formicolii), un'amenorrea, una sindrome di falso angor nervoso (con dolori a formicolii, tachicardia, palpitazione), in seguito a uno spavento.

 

Repertorio clinico:

 

  Addominale (colica), Amenorrea, Angor, Ansia, Bambini, Bronchite, Cefalee e emicranie, Colpo di calore, Comportamento, Congiuntivite, Cornea (ulcerazione), Diarrea, Emottisi, Extrasistole, Febbre, Gastrite, Glaucoma, Insonnia, Intervento chirurgico, Laringite, Lipotimia, Meningite virale, Nefrite acuta, Nevralgie, Orchite, Otite, Paralisi, Pericardite, Paure, Polmonite, Pressione arteriosa, Rinite, Sole, Tosse.

 

ACTAEA RACEMOSA

 

Tutto ruota intorno all'utero

 

  In Actaea racemosa tutti i sintomi sembrano riflessi della condizione uterina. Si hanno crampi uterini mestruali, e più abbondante è il flusso, più la donna soffre; dolori da un lato all'altro dell'addome; cefalee catameniali con sensazione di avere la testa in una nuvola, di espansione del cervello, della sommità del capo che si apre, di scoppio; dolori muscolari crampiformi, soprattutto della schiena. Anche lo stato mentale, con paura del parto, paura di impazzire, umore mutevole in cui si alternano eccitazione isterica (loquacità, discorsi sconnessi, sospiri) e tristezza, è in rapporto con l'utero. Quando il soggetto soffre nel fisico ha un miglior equilibrio psichico. Aggravamento generale durante le mestruazioni.

 

Repertorio clinico:

 

  Aborto spontaneo, Acufeni, Cefalee e emicranie, Comportamento, Dismenorrea, Dorsalgia, Gravidanza, Isteria, Lombaggine, Parto, Paure.

 

AESCULUS HIPPOCASTANUM

 

Senso di pienezza delle emorroidi

 

  Emorroidi di colore scuro con sensazione di pienezza, di secchezza o di aghi nel retto. Le emorroidi di Aesculus sanguinano di rado. Talvolta sono accompagnate da lombalgia battente.

 

Repertorio clinico:

 

  Emorroidi.

 

AETHUSA CYNAPIUM

 

L'intolleranza al latte

 

  Nel neonato, intolleranza al latte con vomito violento del latte appena ingerito, o poco più tardi sotto forma di grumi.

 Diarrea acquosa, prostrazione, rapida emaciazione. Il bambino si addormenta subito dopo il vomito. Ha i solchi nasogenieni pronunciati. Gocce di sudore sul labbro superiore e midriasi.

 

Il piccolo male

 

  Piccolo male; pollice ripiegato nella mano durante una crisi di epilessia.

 

Repertorio clinico:

 

  Diarrea, Epilessia, Vomito.

 

AILANTHUS GLANDULOSA

 

La scarlattina grave

 

  Scarlattina grave con esantema color porpora, livido, prostrazione, adenopatie cervicali, gola livida e gonfia.

 

Repertorio clinico:

 

  Scarlattina.

 

ALLIUM CEPA

 

La rinite escoriativa

 

  In una rinite, sierosità nasale che colando irrita il labbro superiore, mentre la lacrimazione non è irritante; violenti starnuti, oppressione del respiro e voce rauca, dolori della laringe; aggravamento in casa, miglioramento all'aria aperta.

 

Altro sintomo notorio:

 

  Dolori del moncherino.

 

Repertorio clinico:

 

  Intervento chirurgico, Laringite, Rinite.

 

ALLIUM SATIVUM

 

I dolori al muscolo ileo-psoas

 

  Dolori dei muscoli della coscia, soprattutto dello ileo-psoas; aggravamento col più piccolo movimento attivo, mentre se il soggetto sposta piano l'anca con la mano non sente dolore.

 

Repertorio clinico:

 

  Coxartrosi.

 

ALOE SOCOTRINA

 

L'insicurezza dello sfintere anale

 

  Catarro del retto con diarrea subito dopo aver mangiato o bevuto; sensazione di insicurezza dello sfintere anale e talvolta perdita di feci; molto gas intestinale caldo, muco gelatinoso, emorroidi a grappolo.

 

Repertorio clinico:

 

  Diarrea, Emorroidi.

 

ALUMINA (Ossido di alluminio)

 

La secchezza della mucosa rettale

 

  La mucosa rettale è così asciutta che il soggetto deve fare grandi sforzi per defecare, anche se le feci sono molli. Le feci sono come argilla e aderiscono alla mucosa. Prurito anale.

 

La leucorrea molto abbondante

 

  Leucorrea trasparente o sotto forma di muco giallo, «così abbondante che cola fino al calcagno». È estenuante. Cola soltanto durante il giorno.

 

Repertorio clinico:

 

  Leucorrea, Prurito, Stitichezza.

 

AMBRA GRISEA (Ambra grigia)

 

La metrorragia alla minima causa

 

  Metrorragia alla minima causa, in particolare per l'esercizio fisico o per l'espulsione di feci dure.

 

Repertorio clinico:

 

  Metrorragia.

 

AMMONIUM CARBONICUM (Carbonato di ammonio)

 

La scarlattina grave

 

Scarlattina grave con sonnolenza, gola rosso scura, naso chiuso la notte.

 

Repertorio clinico:

 

  Scarlattina.

 

AMMONIUM MURIATICUM (Cloruro di ammonio)

 

La sciatica che si aggrava stando seduti

 

Dolori sciatici che si aggravano quando il soggetto sta sedu­to, migliorano quando si sdraia, con sensazione di tendini trop­po corti.

 

Repertorio clinico:

 

  Sciatica.

 

ANACARDIUM ORIENTALE

 

Il miglioramento col mangiare

 

  Improvvisa perdita della memoria durante una depressione nervosa, dopo sovraffaticamento intellettuale o dopo un ictus; irritabilità con linguaggio grossolano; dispepsia nervosa; tutti questi sintomi migliorano se il malato mangia.

 

Le papule

 

  Sulle pelle: papule pruriginose con il centro ombelicato.

 

Repertorio clinico:

 

  Lichene piano, Memoria.

 

ANTHRACINUM (Lisato di fegato di coniglio carbonchioso)

 

L'antrace grave

 

Antrace grave di color blu nero, con infiammazione del tes­suto cellulare circostante, linfangite, dolori brucianti intollera­bili, pus fetido, cancrena, setticemia.

 

Repertorio clinico:

 

  Infezione cutanea, Linfangite.

 

ANTIMONIUM CRUDUM (Solfuro nero di antimonio)

 

L'eccesso alimentare

 

Dopo un eccesso alimentare, ingestione di cibi inaciditi o di vino cattivo, si instaura uno stato di indigestione, con: lingua molto bianca, come coperta dalla pelle del latte, nausea, vomito, eruttazioni che riportano il sapore dei cibi, diarrea con feci un po' solide e un po' liquide; desiderio di acidi per stimolare la digestione. I disturbi digestivi si alternano con reumatismi, got­ta in primo luogo.

 

Ipercheratosi

 

La pelle di Antimonium crudum è ipercheratosica: eczema corneo; verruche cornee (sul palmo delle mani o sulla pianta dei

piedi); lichene piano; unghie spesse, fragili, che non crescono; micosi ungueale.

 

Altro sintomo notorio

 

  Amenorrea dopo un bagno freddo.

 

Repertorio clinico:

 

  Amenorrea, Diarrea, Dispepsia, Eczema, Gotta, Lichene piano, Nausea, Unghie, Verruche, Vomito.

 

ANTIMONIUM TARTARICUM (Emetico)

 

La sonnolenza durante una sindrome respiratoria

 

  Disturbi polmonari con molta mucosità nei bronchi. Scarsa espettorazione, e quindi tosse grassa, improduttiva, con forti rantoli umidi percettibili da lontano, appena si entra nella camera del malato. L'ingombro provoca anossia, dispnea, cianosi, e soprattutto sonnolenza fra un accesso e l'altro di tosse o di dispnea. Si hanno anche continui attacchi di nausea, alleviati dal vomito, con lingua saburrale.

 

Le pustole

 

  Pustole di acne che lasciano poi un segno bluastro.

 

Repertorio clinico:

 

  Acne giovanile, Asma, Bronchi (dilatazione dei), Bronchite, Nausea, Polmonite, Tosse.

 

APIS MELLIFICA (Ape)

 

L'edema rosato della pelle e delle mucose

 

  Pelle e mucose sono invase da un edema rosato, molto sensibile al tocco, relativo a uno stato allergico che può manifestarsi in diverse forme: allergia alle punture di insetti, orticaria, rinitespasmodica, edema di Quincke, chemosi, congiuntivite, angina, edema della laringe, asma, artrite infiammatoria. I sintomi locali più significativi sono: dolori pungenti e brucianti che migliorano con applicazioni fredde; impressione che ogni respiro sia l'ultimo; edema dell'ugola; rigidità articolare.

 

Il versamento delle sierose

 

  Versamento delle sierose: idrartrosi, pleurite, cisti ovarica con amenorrea.

 

La febbre senza sete

 

  Febbre senza sete con strabismo, oliguria, anuria, interessamento meningeo, grido encefalico, goffaggine, stupore.

 

Repertorio clinico:

 

  Allergia, Amenorrea, Angina, Asma, Cisti ovarica, Coma, Comportamento, Congiuntivite, Dermite dei prati, Difterite, Eczema, Encefalite, Erisipela, Eritema nodoso, Glossite, Gonartrosi, Idrartrosi, Idrocele, Infezione cutanea, Laringite, Linfangite, Meningite virale, Nefrite acuta, Nefrotica (sindrome), Orticaria, Orzaiolo, Pleurite, Poliartrite reumatoide, Prurito, Punture d'insetti, Quincke (edema di), Retina, Reumatismi, Rinite spastica, Scarlattina, Sole, Ustioni.

 

ARGENTUM METALLICUM (Argento)

 

La laringite cronica

 

  Laringite con raucedine o afonia, sensazione di una piaga alla laringe che si aggrava parlando o tossendo; sensazione di un punto come di carne viva nella cavità soprasternale; tosse che si aggrava ridendo; muco abbondante che esce con facilità. Laringite cronica dei cantanti.

 

Repertorio clinico:

 

  Laringite.

 

ARGENTUM NITRICUM (Nitrato d'argento)

 

La precipitazione

 

  Il soggetto di Argentum nitricum si riconosce facilmente: arriva all'appuntamento con una mezz'ora di anticipo, sempre in compagnia di qualcuno. (quando il medico va a chiamarlo nella sala d'aspetto lo trova già in piedi dietro la porta, perché ha sentito uscire il paziente che lo precedeva. Nell'entrare nello studio si tiene vicino al muro, poi si precipita verso una sedia, l'avvicina alla scrivania, si siede, si raschia la gola e comincia, ancor prima di essere stato invitato, a raccontare la sua storia. Parla in fretta come se le parole volessero uscirgli di bocca tutte insieme. Prima ancora di aver fatto una diagnosi clinica si sa già che cosa prescrivergli.

 

  Precipitoso e impaziente, vorrebbe aver terminato tutto quel che intraprende ancor prima di aver cominciato. Ha l'impulso di fare cose bizzarre con paura del passaggio all'atto (Argentum nitricum ha paura del proprio inconscio). Ha gran bisogno di compagnia, non esce mai solo, e soffre di una serie di fobie: vertigine delle altezze (con paura e sensazione di essere attratto dal vuoto), agorafobia, paura della folla, claustrofobia, paura di uscir di casa. E’ un soggetto pieno di apprensioni, di panico, di ansia di anticipazione; soffre di insonnia di anticipazione. Del resto spesso le sue condizioni morbose hanno avuto inizio in seguito a un periodo di prolungata apprensione (per esempio durante la costruzione di una casa, quando si chiedeva se sarebbe riuscito a pagare tutto).

 

  A questo quadro si accompagnano diversi segnali psicosomatici: eruttazioni abbondanti e rumorose, raschiamento della gola, diarrea di anticipazione, desiderio di urinare prima di uscir di casa, sensazione di debolezza alle gambe. Netta mancanza di coordinazione motoria, con tremiti, squilibrio nel camminare, con passo rapido e quasi da sbronzo, soprattutto per strada. Non riesce a camminare con gli occhi chiusi; segno di Romberg positivo (Instabilità e barcollamento nella posizione eretta a piedi uniti tenendo gli occhi chiusi.).

 

   Argentum nitricum è spesso lo stato acuto e complementare di Natrum muriaticum .

 

L'infiammazione delle mucose

 

  Argentum nitricum è anche un farmaco per l 'infiammazio­ne delle mucose. Mucose oculari: blefarite cronica, congiuntivite granulosa, ulcerazione della cornea, infiammazione delle caruncole, il tutto accompagnato da secrezione purulenta; al mattino le palpebre sono incollate; tendenza all'ectropion (rovesciamento delle palpebre verso l’esterno). Mucose dell'apparato digerente: sensazione di una scheggia in gola; dolori nella cavità epigastrica irradiati all'ipocondrio sinistro; feci verdi; spesso ernia iatale (indagare sulla presenza di un'ernia iatale se si riscontrano disturbi digestivi in un soggetto della mentalità di Argentum nitricum); aggravamento dai dolciumi (marmellata, miele).

 

Altri sintomi notori

 

  Epilessia in seguito a uno spavento; cefalea con sensazione di avere la testa grossa, di avere la testa in una morsa, che migliora con un bendaggio stretto.

 

Repertorio clinico:

 

  Ansia, Blefarite, Cefalee e emicranie, Comportamento, Congiuntivite, Cornea (ulcerazione), Diarrea, Dispepsia, Epilessia, Ernia (iatale), Fobie, Gastrite, Insonnia, Laringite, Pancreatine, Panico, Paure, Sessuali (problemi), Ulcera gastroduodenale Vertigini.

 

ARNICA MONTANA

 

I traumatismi

 

  Rimedio indicato nei traumatismi di muscoli e capillari. Il soggetto lamenta una sensazione generale di lividura: il letto gli sembra duro; i dolori muscolari si aggravano al tocco. Presenti delle ecchimosi.

  Arnica è appropriato anche per la congiuntivite traumatica, le epistassi traumatiche, i postumi di uno sforzo muscolare, le raucedini dovute a uno sforzo prolungato della voce.

  Può essere usato come preventivo (alla 9 CH prima di uno sforzo muscolare, prima di sottoporsi a cure odontoiatriche o a un intervento chirurgico: è un farmaco da portar con sé ovunque e da assumere subito dopo un qualsiasi traumatismo per prevenire le complicazioni.

 

Repertorio clinico:

 

  Astenia, Congiuntivite, Denti, Ematomi, Epistassi, Fratture, Gravidanza, Idrocele, Insonnia, Intervento Chirurgico, Laringite, Periflebite, Sport, Traumatismi.

 

ARSENICUM ALBUM (Anidride arseniosa)

 

L'esaurimento ansioso

 

  II soggetto di Arsenicum album è magro, esaurito, ansioso; è agitato nonostante l'astenia. È convinto di stare per morire, si crede incurabile. Ha paura della morte, e a differenza di Aconito, rifiuta l'assistenza medica. Ha paura dei ladri e bisogno di compagnia. È meticoloso (raddrizza i quadri appesi al muro o le posate sulla tavola), avaro. Quando si presenta all'ambulatorio è vestito bene, «in ghingheri». Presenta al medico un incartamento minuzioso, compilato in bella scrittura  Generale aggravamento la notte, soprattutto verso l'una del mattino. Periodicità dei sintomi.

 

Le secrezioni brucianti e maleodoranti

 

  Le secrezioni di Arsenicum album sono acquose, brucianti, escorative, maleodoranti. Rinite acquosa e escoriativa, otorrea fetida. Feci untuose, diarrea fortemente fetida, di odore cadaverico. Sete intensa di acqua fredda in piccole quantità frequenti; nausee, vomito alla vista o all'odore dei cibi, febbre con brividi da freddolosità.

  Le irritazioni delle mucose sono di solito accompagnate da dolori brucianti ma che migliorano col calore.

 

I segni cutanei

 

  Pelle pallida e cerea, edematosa, incartapecorita, rugosa. Edema bianco delle palpebre, soprattutto della palpebra inferiore. Eruzione di squamette secche o in polvere fine come farina. Eczema atopico di vecchia data; avvicendamento di eczema e di asma. Alopecia a chiazze rotonde, con croste secche.

 

I segni di malattia grave

 

  Cachessia, anemia, freddolosità, mancanza di calore vitale, tendenza emorragica, cancrena, urea elevata. Tendenza a lesioni varie.

 

Repertorio clinico:

 

  Allergia, Alopecia, Anemia, Ansia, Arterite, Asma, Astenia, Comportamento, Congiuntivite, Depressione nervosa, Diarrea, Difterite, Dispepsia, Ecchimosi, Eczema, Emorragie, Epatite virale, Erisipela, Esofagite, Febbre, Gastrite, Gastroenterite, Gengivite, Infezione cutanea, Influenza, Intossicazione da cibi guasti, Ipotermia, Lichene piano, Linfangite, Lipotimia, Micosi, Nefrite acuta, Nefrite cronica, Nefrotica (sindrome), Orticaria, Ossessione, Otite, Pancreatite, Paure, Pericardite, Pitiriasi rosata di Gibert, Prurito, Psoriasi, Rinite, Rinite spastica, Rogna, Scarlattina, Sciatica, Tifoidea, Ulcera cutanea, Ulcera gastroduodenale, Varici, Vomito, Zona.

 

ARSENICUM IODATUM (Triioduro di arsenico)

 

La rinite di Arsenicum album in forma più virulenta

 

  Le secrezioni nasali sono più corrosive che nel caso di Arsenicum album; dolori alle ossa dello zigomo e bruciore delle mucose, ma senza miglioramento con il calore.

 

Le eruzioni di Arsenicum album in forma più accentuata

 

  Eczema a squame larghe di aspetto lichenificato.

 

Repertorio clinico:

 

  Eczema, Lichene piano, Psoriasi, Rinite, Rinite spastica.

 

ARTEMISIA VULGARIS

 

L'epilessia

 

  Piccolo male o grande male dopo uno spavento, con sudori di odore agliaceo. Le crisi si succedono in maniera rapida, subentrante.

 

Repertorio clinico:

 

  Epilessia.

 

ARUM TRIPHYLLUM

 

La raucedine

 

  Il soggetto perde facilmente il controllo della voce, che parlando o cantando diventa bitonale; nel momento in cui vuole alzare la voce diventa rauco. Un rimedio da prescrivere prima di ogni prestazione a insegnanti, cantanti, attori, conferenzieri la cui voce si stanca facilmente.

 

La scarlattina grave

 

  Scarlattina grave; il soggetto si scortica le labbra a sangue, a causa di un insopportabile formicolio.

 

Repertorio clinico:

 

  Laringite, Scarlattina.

 

ASA FOETIDA

 

Il retro‑peristaltismo esofageo

 

  Il malato di Asa foetida lamenta una sensazione di palla che risale dal cardias alla gola; isteria dopo la soppressione di una secrezione.

 

Repertorio clinico:

 

  Isteria.

 

AURUM METALLICUM (Oro)

 

La melanconia

 

  Il malato di Aurum presenta una sindrome melanconica in senso psichiatrico, conseguenza di un trauma affettivo o di sovraffaticamento mentale. Si fa dei rimproveri, si colpevolizza, si accusa, si giudica indegno; ha la sensazione di essere abbandonato dai suoi cari, di averne perduto l'affetto. È triste, scoraggiato, misantropo; ciò lo rende irritabile, autoritario, collerico; non sopporta di essere contraddetto; solo la musica gli fa bene.

  Si diletta del pensiero della morte, e la desidera. Pensa di continuo al suicidio. Se non gli si prescrive Aurum passerà davvero all'atto, ma nel prescriverlo occorrerà salire la scala delle dinamizzazioni con molta prudenza, per evitare un aggravamento drammatico. Chiedere comunque ai familiari di esercitare una continua sorveglianza durante la prima fase della terapia.

 

La sindrome cardiovascolare

 

  Può essere un soggetto che presenta una ipertensione arteriosa organica con pletora vascolare, vampate congestizie, viso arrossato. Eventualmente emiopia orizzontale (è visibile solo la metà inferiore degli oggetti), ipertrofia del cuore con violente palpitazioni e sensazione che il cuore si fermi, vasi corneali sviluppati.

 

La sindrome ossea

 

  Può trattarsi di necrosi ossea, in particolare degli ossicini, con otorrea fetida, ronzio alle orecchie, dolori alla mastoide; sinusite cronica con secrezione fetida; dolori alle ossa che si aggravano di notte.

 

La localizzazione ai testicoli

 

  Idrocele, atrofia testicolare, ectopia; testicoli duri e gonfi.

 

Repertorio clinico:

 

  Angor, Ansia, Cefalee e emicranie, Cirrosi epatica, Comportamento, Depressione nervosa, Extrasistole, Glaucoma, Idrocele, Ipocondria, Lichene piano, Mastoidite, Memoria, Otite, Pel­vispondilite reumatica, Poliartrite reumatoide, Pressione arteriosa, Retina, Sinusite.

 

AURUM MURIATICUM NATRONATUM (Cloruro d'oro e di sodio)

 

L'utero fibromatoso

 

  Utero ingrossato e indurito con emorragie.

 

Repertorio clinico:

 

  Fibroma.

 

BAPTISIA TINCTORIA

 

La febbre di tipo tifoide

 

  Febbre adinamica con sintomi tifoidei, indifferenza a tutto. Il soggetto ha l'impressione che il suo corpo sia in pezzi, si alza per rimetterlo insieme; il letto gli sembra duro. Cattivo odore di tutte le escrezioni, ulcerazioni delle mucose, viso rosso scuro.

 

Repertorio clinico:

 

  Febbre tifoidea.

 

BARYTA CARBONICA (Carbonato di bario)

 

Il bambino ritardato

 

  Bambino con ritardo fisico e intellettuale, di piccola statura, con testa grossa, sudore fetido dei piedi. Molto timido, durante la visita nasconde la testa con la mano. Ha un comportamento immaturo; è in ritardo rispetto alle acquisizioni psicologiche della sua età.

 

Il bambino con tonsille ingrossate

 

  Anche fuori dal contesto che abbiamo appena descritto, Baryta carbonica può essere somministrato a un bambino dalle tonsille ipertrofiche, che disturbano la respirazione e sono interessate da varicosità. Il bambino prende freddo facilmente; soffre di angine, tonsilliti, flemmoni della gola (con adenopatie), laringiti, bronchiti a ripetizione.

 

Il vecchio aterosclerosico

 

  Può anche essere il caso di un vecchio aterosclerosico, iperteso, che ha perduto la memoria e ha difficoltà di parola. Ha un comportamento infantile, si smarrisce nelle strade che conosce. Postumi di emiplegia. Prostata ingrossata.

 

Repertorio clinico:

 

  Angina, Bambini, Emiplegia, Flemmone della gola, Freddo (facilità a prendere), Memoria, Pressione arteriosa, Prostata (ipertrofia della).

 

BELLADONNA

 

La febbre delirante

 

  Con Belladona abbiamo spesso una febbre che compare in modo brusco, in concomitanza con la fase iniziale di una malattia infettiva delle vie respiratorie superiori. La temperatura è molto alta, intorno ai 40 gradi C. Il polso è duro, pieno, rapido. Il corpo sprigiona un calore irradiante, percettibile a distanza, accostando la mano. C'è traspirazione calda (Aconitum presenta un quadro febbrile affine ma con pelle asciutta). La testa è calda e le estremità fredde. Le mucose sono aride.

  Il malato è sonnolento; il suo stato di prostrazione è interrotto da periodi in cui borbotta o delira, durante i quali ha allucinazioni di animali. Digrigna i denti; eventualmente ha convulsioni febbrili aggravate dalle scosse. Spesso si tratta di un bambino che fino a quel momento è stato in buona salute.

  Il soggetto ha le guance arrossate e calde, come le labbra, che sono gonfie; lo sguardo fisso, gli occhi brillanti, prominenti, con midriasi; le congiuntive sono iniettate. Notevole fotofobia e grande suscettibilità al rumore.

  La lingua è color lampone. La gola è arrossata e arida, come pure la laringe, con sensazione di costrizione e dolore alla deglutizione. Piccola tosse secca e sete intensa.

  La febbre può essere accompagnata da epistassi di sangue caldo, da adenopatie. I dolori sono pulsanti (cefalea, otite, dolore per un ascesso), sopravvengono e scompaiono all'improvviso. Tenesmo uterino, rettale, vescicale; enuresi; il soggetto sogna di urinare e si sveglia con difficoltà. Può esserci eruzione rossa, uno sfogo liscio scarlattiniforme.

 

Altri sintomi notori

 

  Cefalea che si aggrava quando la testa pende in avanti, migliora se la si piega all'indietro. Dolori addominali che migliorano quando il malato si sdraia sul ventre. Amenorrea con sensazione di appesantimento verso il basso degli organi del bacinetto. Emorragie di sangue caldo.

 

Repertorio clinico:

 

  Aborto spontaneo, Addominale (colica), Adenopatie, Amenorrea, Angina, Bambini, Basedow, Bronchite, Cefalee e emicranie, Colpo di calore, Coma, Congiuntivite, Convulsioni, Denti, Diarrea, Enuresi, Epatica (colica), Erisipela, Febbre, Glaucoma, Glossite, Infezione cutanea, Laringite, Linfangite, Meningite virale, Metrorragia, Morbillo, Nefritica (colica), Nevralgie, Orchite, Orecchioni, Otite, Pancreatite, Paure, Pertosse, Polmonite, Reumatismi, Rinite, Scarlattina, Sciatica, Seno, Sinusite, Sole, Tosse.

 

BELLIS PERENNIS

 

1 traumatismi pelvici

 

  Rimedio dei disturbi venosi causati da traumatismi della pelvi: da prescrivere dopo un intervento chirurgico all'addome, per prevenire le complicazioni venose; durante la gravidanza, sensazione di utero compresso, dolori dei muscoli addominali, varici.

 

Repertorio clinico:

 

  Gravidanza, Intervento chirurgico, Traumatismi.

 

BENZOICUM ACIDUM (Acido benzoico)

 

L'urina dall'odore forte

 

Appena emessa l'urina ha un odore fortissimo, repellente; il colore è bruno scuro. Infezione urinaria nel gottoso.

 

Repertorio clinico:

 

  Infezione urinaria.

 

BERBERIS VULGARIS

 

I dolori a colica

 

Dolori lancinanti (talvolta pungenti), che si irradiano in tutte le direzioni, aggravati dal movimento e dalla pressione. Localizzazioni elettive: ipocondrio destro, logge renali, uretra, cordone spermatico. Sedimento rosso nelle urine; tenesmo vescicale; stitichezza da secrezione biliare insufficiente; ittero; fistola anale.

 

Le lesioni vescicolari

 

  Sulla pelle, lesioni vescicolari che guariscono a partire dal centro e lasciano poi una pigmentazione; prurito che si aggrava col grattare.

 

Repertorio clinico:

 

Epatica (colica), Herpes vescicolare, Fistola anale, Litiasi biliare, Litiasi urinaria, Nefritica (colica).

 

BISMUTHUM (Sottonitrato di bismuto)

 

La stasi gastrica

 

  Sforzi dolorosi per vomitare dopo un intervento chirurgico.

 

Repertorio clinico:

 

  Intervento chirurgico.

 

BORAX VENATA (Borato di sodio)

 

Le afte con la bocca calda

 

  Afte che sanguinano al contatto, con sensazione di bocca calda; il lattante rifiuta il seno, ha la diarrea, ha paura dei movimenti in discesa (come quando lo si posa nella culla).

 

La leucorrea

 

  Leucorrea densa, simile a bianco d'uovo, che dà la sensazione di acqua calda che cola lungo le cosce.

 

Repertorio clinico:

 

  Afte, Denti, Leucorrea, Paure, Vertigini.

 

BRYONIA ALBA

 

Il bisogno di assoluta immobilità

 

  Il malato di Bryonia ha dolori pungenti, che si aggravano col minimo movimento e con il calore, migliorano con la forte pressione e l'immobilità assoluta. Durante la crisi dolorosa è irritabile; «insulta i suoi dolori».

  Cefalea che si aggrava con il minimo movimento (perfino muovere gli occhi è doloroso); che si aggrava con la tosse; che migliora con la forte pressione.

  Le articolazioni sono arrossate, calde, gonfie, con dolori caratteristici. Sono interessati i legami articolari. Il soggetto cammina reggendosi i lombi.

 

La secchezza delle mucose

 

  Le labbra sono secche e screpolate, il naso è secco; gran sete, sapore amaro in bocca; mancanza di succhi gastrici, e quindi sensazione di avere una pietra nello stomaco; stitichezza con mucose aride.

  Tosse secca che si aggrava entrando in una stanza riscaldata, mangiando, bevendo, col minimo movimento. Mentre tossisce il soggetto si tiene la testa o il petto (a causa di una fitta intercostale o di dolori pungenti). Sente dolore nel respirare. Sta disteso sul lato che gli fa male, appunto perché sta meglio con la pressione forte e l'immobilità.

 

I versamenti

 

  Infiammazione delle sierose: idrartrosi, pleurite.

 

La febbre

 

  Febbre con movimento convulso delle mascelle, desiderio di restare tranquilli, irritabilità o stupore; viso congestionato, sete. Talvolta il malato delira, ha l'impressione di non essere a casa propria e vuole esservi riportato.

 

Altri sintomi notori

 

  Linfangite del seno, che è indurito, caldo, dolente. Vertigini con la sensazione che la testa giri in cerchio, o sensazione di sprofondare nel letto.

 

Repertorio clinico:

 

  Bronchite, Cefalee e emicranie, Comportamento, Diarrea, Dispepsia, Dorsalgia, Epatica (colica), Epatite virale, Febbre, Glaucoma, Gonartrosi, Gotta, Idrartrosi, Influenza, Linfangite, Lombaggine, Meningite virale, Nevralgie, Pelvispondilite reumatica, Periartrite, Pericardite, Pleurite, Polmonite, Reumatismi, Rinite, Sciatica, Seno, Stitichezza, Tifoidea, Tosse, Vertigini.

 

 

BUFO RANA (Veleno di rospo)

 

La linfangite

 

  Linfangite che si sviluppa sull'arto superiore da un patereccio, con adenopatia.

 

Repertorio clinico:

 

  Linfangite.

 

CACTUS GRANDIFLORUS

 

La sensazione di costrizione

 

  Sensazione di costrizione intorno al cuore, come per un cerchio di ferro, una morsa. Il cuore è rapido, con palpitazioni violente, polso debole, ipotensione. Aggravamento quando il soggetto è disteso sul lato sinistro. Ansia. Tendenza alle emorragie.

  Il senso di costrizione può presentarsi anche con altre localizzazioni, in particolare con un'arterite degli arti inferiori.

 

Repertorio clinico:

 

 Angor, Arterite, Crampi, Extrasistole, Pressione arteriosa.

 

CALADIUM SANGUINEUM

 

I problemi sessuali

 

  Difficoltà di erezione, sebbene vi sia eccitazione sessuale; l'orgasmo è assente.

 

Il prurito vulvare

 

  Prurito vulvare in gravidanza o da vermi nella vagina; dolori dovuti alla migrazione di un verme nella vagina della bambina.

 

Repertorio clinico:

 

  Prurito, Sessuali (problemi), Verminosi.

 

 

CALCAREA CARBONICA (Calcare d'ostrica)

 

Il lattante tranquillo

 

  Spesso è un lattante con testa grossa e grosso ventre, muscoli flaccidi, paffuto. Suda con localizzazioni precise: è facile che gli traspiri la testa (durante la poppata, mentre si addormenta); ha i piedi freddi e umidi. Le fontanelle gli si chiudono in ritardo;mette i denti in ritardo. È soggetto alle eruzioni del cuoio capelluto. Gli piacciono le uova e le cose indigeste.

  Indolente, molto tranquillo, addirittura passivo, resta buono buono dove lo si mette. E lento nell'imparare a camminare.

 

L'adulto ostinato

 

  L'adulto è pallido, obeso; ha una dispnea da sforzo, le sue urine hanno un sedimento bianco. È piuttosto bradipsichico e ostinato nel realizzare i suoi progetti. Ha varie paure, in particolare paura dell'avvenire.

  La donna ha cominciato tardi ad avere le mestruazioni; soffre di metrorragia alla minima eccitazione mentale, ha una leucorrea lattiginosa. Prima delle mestruazioni le si gonfia il seno. Ha mestruazioni anticipate e molto abbondanti, che durano molto a lungo.

 

La facilità a prendere freddo

 

  Il bambino ha, come l'adulto, grande facilità a prendere freddo: raffreddori frequenti, mal di gola, laringite (con raucedine senza dolore), tosse o diarrea al minimo colpo di freddo; rinite che si alterna alla diarrea; adenopatie. Reumatismi che si aggravano con il freddo e migliorano con il tempo asciutto.

 

Le ipertrofie

 

  Poliposi nasale, auricolare, uterina, vestitale. Fibroma. Gozzo. Verruche di vecchia data che s'infossano e si ulcerano.

 

Repertorio clinico:

 

  Amenorrea, Angina, Artrosi, Asma, Bambini, Bronchi (dilatazione dei), Bronchite, Coxartrosi, Crosta lattea, Denti, De­pressione nervosa, Dorsalgia, Eczema, Enuresi, Epilessia, Fibroma, Freddo (facilità a prendere), Gotta, Infezione cutanea, Leiner‑Moussous, Leucorrea, Lichene piano, Litiasi biliare, Litiasi urinaria, Metrorragia, Mixedema, Nefritica (colica), Nefrotica (sindrome), Orticaria, Orzaiolo, Otite, Paure, Polipi, Premestruale (sindrome), Psoriasi, Rachitismo, Rinite spastica, Rinofaringite, Scoliosi, Verruche, Vertigini.

 

CALCAREA FLUORICA (Fluoruro di calcio)

 

Gli indurimenti

 

  Calcarea fluorica è indicato nella tendenza alle esostosi, nelle carie dentarie con perdita dello smalto, nelle calcificazioni periarticolari. Si potrà prescriverlo prima di un intervento chirurgico per prevenire le aderenze postoperatorie.

 

Il rilassamento

 

  Altri tessuti invece sono rilasciati: varici costituzionali, emorroidi, iperlassità dei legamenti.

 

La lombalgia cronica

 

  Lombaggine cronica che si aggrava all'inizio del movimento, migliora con il movimento continuato.

 

Repertorio clinico:

 

  Artrosi, Denti, Intervento chirurgico, Lombaggine, Periartrite, Varici.

 

CALCAREA IODATA (Ioduro di calcio)

 

Le cripte tonsillari

 

  Indicato nel bambino di tipo Calcarea carbonica nel quale si riscontrano però cripte tonsillari. Tendenza ai flemmoni della gola.

 

Repertorio clinico:

 

  Angina, Flemmone della gola.

 

CALCAREA PHOSPHORICA (Fosfato tricalcico)

 

Il lattante di alta statura

 

  Bambino più alto, meno paffuto di Calcarea carbonica, con tonsille ingrossate e vegetazioni adenoidi ipertrofiche. È in ritardo per la chiusura delle fontanelle, nella dentizione, nell'imparare a camminare.

 

L'adolescente in fase di crescita

 

  L'adolescente in crescita, o che ha appena avuto un momento di notevole sviluppo, può aver necessità di questo farmaco. Si hanno cefalee in seguito a fatica intellettuale e facilità a prendere freddo: riniti, rinofaringiti, tonsilliti, laringiti, bronchiti a ripetizione.

 

L'interessamento osseo

 

  Rigidità e intorpidimento delle estremità. I reumatismi hanno localizzazione elettiva alle suture, in particolare la sacroiliaca, e alle sinfisi; si aggrava con l'umidità e il tempo da neve. Il soggetto quando è seduto ha una sensazione di intorpidimento agli arti inferiori. Calcarea phosphorica è indicato anche nei casi di ritardo nel consolidamento di fratture.

 

Altro sintomo notorio

 

  Fistola anale che si alterna con disturbi polmonari.

 

Repertorio clinico:

 

  Artrosi, Cefalee e emicranie, Coxartrosi, Denti, Fistola anale, Fratture, Freddo (facilità a prendere), Leucorrea, Lombaggine, Pelvispondilite reumatica, Scoliosi, Sessuali (problemi), Spasmofilia.

 

 

CAMPHORA

 

Il freddo intenso

 

  Rimedio del collasso cardiovascolare con sensazione di freddo intenso: alito freddo, lingua fredda, pelle fredda al tatto. Nonostante questo il malato rifiuta di farsi coprire. Prostrazione, perdita improvvisa delle forze, crampi ai polpacci. Diarrea profusa.

 

Primissimo inizio delle affezioni febbrili

 

  Preso proprio all'inizio di un'infreddatura Camphora blocca la malattia prima che si manifestino sintomi significativi. È una fase fugacissima, che precede perfino la condizione di Aconitum napellus. Di solito il medico non ha occasione di assistere a questo esordio di malattia: si deve dunque consigliare il farmaco in anticipo.

 

Repertorio clinico:

 

  Crampi, Diarrea, Febbre, Ipotermia, Intervento chirurgico, Raynaud (sindrome di).

 

CANTHARIS (Cantaride)

 

Le bolle

 

  Grosse vescicole o bolle con sensazione di bruciore e prurito. Localizzazione sulla pelle (bolle di qualsiasi origine, comprese le ustioni cutanee) o alle mucose, soprattutto della bocca e della gola.

 

L'irritazione delle mucose

 

  Cantharis è il farmaco principale della cistite acuta. Il malato ha un incessante e intollerabile stimolo a urinare. L'urina esce a goccia a goccia, con dolori brucianti, molto violenti, prima, durante e dopo la minzione. Sangue nelle urine.

  Possono essere interessate le mucose del tubo digerente: sensazione di bruciore della gola, con intolleranza assoluta per

tutti i liquidi nonostante la sete ardente; diarrea con tenesmo e sangue.

  L'indicazione di Cantharis è rafforzata da un certo grado di eccitazione sessuale, se questa è presente durante una cistite acuta o una diarrea.

 

Repertorio clinico:

 

  Allergia, Angina, Eczema, Esofagite, Gastroenterite, Glossite, Infezione urinaria, Prurito, Sessuali (problemi), Sole, Ustioni.

 

CAPSICUM ANNUUM

 

La mastoidite

 

  Mastoide gonfia e sensibile al tocco; dolori brucianti nelle orecchie.

 

Il bruciore delle mucose

 

  Sensazione di bruciore di tutte le mucose. Indicato in particolare nella pirosi della gravidanza.

 

Repertorio clinico:

 

  Gravidanza, Mastoidite, Otite.

 

CARBO ANIMALIS (Carbone animale)

 

La couperose

 

  Pelle cianotica o ramata, con vene gonfie.

 

Repertorio clinico:

 

  Acne rosacea.

 

 

CARBO VEGETABILIS (Carbone vegetale)

 

La fermentazione digestiva

 

  Meteorismo sopramesocolico da fermentazione dello stomaco e dell'intestino, responsabile di dolori costrittivi nella cavità epigastrica, di dispnea, di palpitazioni. Tutti i sintomi migliorano temporaneamente con le eruttazioni. Sensazione di tensione dell'ipocondrio destro. Intolleranza ai grassi.

 

L'ulcera cutanea

 

  Ulcera cutanea con pelle cianotica, marmorizzata, violacea; perdite fetide; dolori brucianti che il calore aggrava ma il freddo non migliora; tendenza alla cancrena.

 

L'ipotermia

 

  Se un soggetto presenta di solito accessi febbrili con ipotermia che precede la salita della febbre, somministrare già in questa fase Carbo vegetabilis; guarirà senza che si manifesti una malattia caratterizzata .

 

Altri sintomi notori

 

  Conseguenza di malattia debilitante; cachessia, cianosi, desiderio d'aria; la testa è calda e il corpo freddo; le gengive sono ritratte, sensibili al tocco, sanguinano succhiandole o usando lo spazzolino da denti; alopecia.

  Principio di pertosse. Raucedine senza dolore ma con sensazione di bruciori di petto, con aggravamento la sera. Prurito anale da verminosi.

 

Repertorio clinico:

 

  Alopecia, Discinesia biliare, Dispepsia, Extrasistole, Gengivite, Ipotermia, Intossicazione da cibi guasti, Laringite, Pertosse, Prurito, Ulcera cutanea, Verminosi.

 

CAULOPHYLLUM

 

La fine della gravidanza e il parto

 

  Caulophyllum  favorisce le contrazioni sinergiche delle fibre uterine. Lo si può per questo somministrare in modo sistematico nell'ultimo mese di gravidanza per facilitare il parto (non si rischia affatto di provocarlo prima del tempo). Se non è stato preso in via preventiva può essere usato in caso di false doglie a fine gravidanza, di collo rigido con doglie intermittenti e spossanti durante il parto.

 

La dismenorrea

 

  Dolori mestruali intermittenti, che ricordano le doglie del parto, con irradiazione verso altre parti del corpo.

 

Repertorio clinico:

 

  Aborto spontaneo, Dismenorrea, Gravidanza, Parto.

 

CAUSTICUM (Preparato di Hahnemann a base di calce e potassa)

 

Le paralisi localizzate

 

  Rimedio delle paralisi motorie, progressive, croniche, localizzate, spesso conseguenza di un colpo di freddo asciutto. Sono interessati i muscoli del viso, le corde vocali, la vescica, i bronchi, il nervo sciatico. Paralisi dell'ottava coppia cranica, con sordità e ronzio delle orecchie; i suoni rimbombano nella testa. Postumi di emiplegia.

 

Le deformazioni tendinee

 

  Causticum è indicato anche per le contratture muscolotendinee con rigidità articolare, accorciamento dei tendini dei flessori. Sensazione di avere i tendini troppo corti. Dolori all'anca sinistra nel tossire. Miglioramento con il tempo umido e con il caldo.

 

Altri sintomi notori

 

  Verruche sotto e intorno alle unghie, sul naso, sulle palpebre. Postumi di ustioni. Cataratta.

 

Repertorio clinico:

 

Acufeni, Cataratta, Cicatrici, Coxartrosi, Emiplegia, Enuresi, Epilessia, Gravidanza, Intervento chirurgico, Laringite, Paralisi, Pelvispondilite reumatica, Periartrite, Poliartrite reumatoide, Reumatismi, Sciatica, Tendinite, Tosse, Unghie, Ustioni, Verruche.

 

CHAMOMILLA VULGARIS

 

L'intolleranza al dolore

 

  I dolori sembrano intollerabili al malato, ma forse sono meno forti di quel che egli dica. Il malato si agita e diventa astioso a causa dei suoi dolori; « preferisce morire piuttosto che doverli sopportare». Spesso si tratta di dolori come per intorpidimento. Possono manifestarsi in seguito a un accesso di collera.

 

La dentizione

 

  Allorché gli spunta un dente il bambino si agita, diventa astioso per effetto del dolore. Si calma se lo si porta in braccio o se lo si fa andare in carrozzina. Ha sudori caldi alla testa. Ha la guancia rossa dal lato del dente. Può avere una diarrea.

 

La localizzazione uterina

 

  Sensazione di pressione verso l'alto al momento del parto o delle mestruazioni. Dismenorrea con sangue nero e grumi.

 

Repertorio clinico:

 

  Addominale (colica), Bambini, Comportamento, Crampi, Denti, Diarrea, Dismenorrea, Epatica (colica), Insonnia, Otite, Parto, Reumatismi.

 

CHELIDONIUM MAJUS

 

Il dolore all'angolo inferiore della scapola destra

 

  Dolori all'ipocondrio destro, con irradiazione dietro alla stessa altezza e anche, cosa molto caratteristica, all'angolo inferiore della scapola destra. È un dolore causato dalla cistifellea, spesso accompagnato da una nota biliosa. Tutto è giallo: la pelle (ittero), le congiuntive, la lingua; le feci sono giallo oro, talvolta argillose, e sull'acqua galleggiano; l'urina è scura.

  Possono essere presenti dolori addominali costrittivi, come da una corda o da una cintura, e prurito anale. Il soggetto ha desiderio di bevande calde (latte in particolare) che del resto gli fanno bene.

 

Repertorio clinico:

 

  Addominale (colica), Discinesia biliare, Epatica (colica), Epatite virale, Litiasi biliare, Periartrite, Polmonite, Prurito.

 

CHIMAPHILA UMBELLATA

 

Il prostatico

 

Prostata ingrossata con sensazione di una palla nel perineo. Infezione urinaria del vecchio prostatico che deve sforzarsi per riuscire a urinare; urina soltanto in piedi, sporgendosi in avanti, a gambe larghe e forzando. Molto muco filante nelle urine.

 

Repertorio clinico:

 

 Infezione urinaria, Prostata (ipertrofia della).

 

CHINA RUBRA

 

Le perdite di liquidi

 

  Si può somministrare China rubra per combattere l'esaurimento conseguente alle perdite di liquidi: emorragie varie, diarrea, anemia, allattamento prolungato ecc.

  In particolare il rimedio serve a bloccare una emorragia accompagnata dai seguenti sintomi: lipotimia o grande stanchezza, oscuramento della vista, ronzio alle orecchie, cefalea temporale, viso pallido con occhi cerchiati.

 

La sindrome digestiva

 

  Diarrea senza dolore, con gonfiore addominale che non migliora con le eruttazioni o l'emissione di gas; resti di cibo non digerito nelle feci; sensazione di debolezza dopo la defecazione. Il cibo sembra avere un sapore amaro. Ittero da ostruzione. Cefalea pulsante con cuoio capelluto sensibile allo sfioramento. Diarrea dopo aver mangiato frutta.

 

I reumatismi

 

  Articolazioni gonfie e molto sensibili al tocco. Lo sfioramento aggrava il dolore, mentre la pressione forte lo attenua.

 

Repertorio clinico:

 

  Acufeni, Addominale (colica), Anemia, Astenia, Cefalee e emicranie, Diarrea, Discinesia biliare, Dispepsia, Ematemesi, Emottisi, Epatica (colica), Epistassi, Fibroma, Glutine (intolleranza al), Gotta, Intervento chirurgico, Lipotimia, Litiasi biliare, Menorragia, Metrorragia, Nevralgie, Parto, Reumatismi, Traumatismi.

 

CHININUM SULFURICUM (Solfato di chinina)

 

I ronzii nelle orecchie

 

  Ronzii nelle orecchie con sordità, brividi, vertigini. Grande sensibilità delle vertebre dorsali alla pressione.

 

Repertorio clinico:

 

  Acufeni, Ménières.

 

CICUTA VIROSA

 

La crisi di epilessia violenta

 

  Comportamento infantile che precede la crisi di epilessia; crisi molto violenta che comincia con la testa che viene tirata all'indietro, quindi si completa l'opistotono; midriasi, sguardo fisso, strabismo spastico, trisma, estremità fredde. Postumo di trauma cranico.

 

Repertorio clinico:

 

  Epilessia.

 

CINA (Seme santo)

 

Il bambino affetto da verminosi

 

  In genere il bambino presenta i sintomi riflessi di una parassitosi elmintica. Ha il viso pallido, con gli occhi cerchiati. È irritabile, astioso, indifferente alle carezze; non gli piace che gli altri si occupino di lui. A1 contrario di Chamomilla, che ha un quadro sintomatico affine, rifiuta di farsi portare in braccio.

  Può avere prurito nasale e anale; tosse violenta, con paura dei parossismi che si verificano e gorgoglii esofagei dopo la tosse; dolori periombelicali; fame da lupo; vomito, febbre; enuresi; accessi di terrore durante la notte.

 

Repertorio clinico: 

 

  Bambini, Enuresi, Pavor nocturnus, Prurito, Tosse, Verminosi.

 

 

CINNABARIS (Solfuro di mercurio)

 

Le creste di gallo

 

  Condilomi anogenitali con localizzazione elettiva al prepuzio; creste di gallo. Condilomi rossi, che sanguinano con facilità.

 

Repertorio clinico:

 

Condilomi anogenitali.

 

 

CLEMATIS ERECTA

 

L'orchite

 

  Orchite con irritazione dell'uretra, che segue una gonorrea. Il testicolo è duro, dolente, retratto. Aggravamento per il calore del letto.

 

Repertorio clinico:

 

  Orchite.

 

COCA

 

I disturbi dell'altitudine

 

  Insonnia alle grandi altezze.

 

Repertorio clinico:

 

  Insonnia.

 

COCCULUS INDICUS

 

La paresi muscolare

 

  Intorpidimento muscolare doloroso con formicolii, contratture, paresi. Lentezza nell'esecuzione dei movimenti, disartria, torpore intellettuale.

 

Il mal di viaggio

 

  Nausee e vertigini in un mezzo di locomozione o alla vista del movimento. Cefalea occipitale con sensazione di qualche cosa che si apre e si chiude in quel punto. Aggravamento all'aria aperta o col mangiare.

 

La dismenorrea

 

  Dismenorrea con meteorismo addominale, sensazione di sassi aguzzi nel ventre, stanchezza generale.

 

Repertorio clinico:

 

  Addominale (colica), Cefalee e emicranie, Dismenorrea, Gravidanza, Ménières, Nausee, Paralisi, Spasmofilia, Vertigini, Viaggio (mal di).

 

COCCUS CACTI (Cocciniglia)

 

L'espettorazione di lunghi filamenti

 

  Tosse spasmodica con espettorazione di muco molto abbondante, come bianco d'uovo, che pende dalla bocca in lunghi filamenti. Vomito mucoso.

 

Repertorio clinico:

 

  Pertosse, Tosse.

 

COFFEA CRUDA (Caffè non torrefatto)

 

L'attività incessante della mente

 

In seguito a una buona notizia, a un'emozione gioiosa: stato di agitazione, palpitazioni, insonnia con profusione di idee, iperattività cerebrale, iperestesia sensoriale, lipotimia. Le stesse condizioni si verificano dopo aver preso un caffè la sera.

 

Le odontalgie

 

  Mal di denti intollerabile che migliora temporaneamente con l'acqua gelata.

 

Repertorio clinico:

 

  Denti, Insonnia, Lipotimia.

 

COLCHICUM AUTUMNALE

 

La crisi acuta di gotta

 

  Crisi acuta di gotta con dolori, arrossamento, calore, edema; localizzazione elettiva all'alluce. Estrema sensibilità al tocco e al movimento. Impotenza causata dal dolore. Peggiora durante la stagione calda ma migliora con il calore applicato localmente. Molto caratteristica la mobilità della crisi di gotta da un'articolazione all'altra. Metastasi gottose. Litiasi urica. Eventuali sintomi concomitanti: nausea all'odore o all'idea del cibo, diarrea, spossatezza.

 

Repertorio clinico:

 

  Gotta, Nausea, Pericardite.

 

COLLINSONIA CANADENSIS

 

Le emorroidi che sanguinano

 

  Emorroidi da stitichezza o in gravidanza; che sanguinano o sono accompagnate da dolori pungenti come per un fascio di aghi.

 

Repertorio clinico:

 

  Emorroidi, Gravidanza, Stitichezza.

 

COLOCYNTHIS (Polpa del frutto di colocynthis)

 

1 dolori crampiformi

 

  Dolori crampiformi in parossismi violenti, che spingono il soggetto a piegarsi in due o a ripiegare l'arto interessato, ad appoggiare le mani sulla regione dolente. Miglioramento con la pressione forte e il calore. Irritabilità dovuta al dolore, o scatenamento dei dolori crampiformi in seguito a un accesso di collera. Magnesia phosphorica ha un quadro sintomatico affine (il frutto di colocynthis contiene fosfato di magnesio), ma senza l'elemento nervoso. Eventuali sintomi concomitanti: diarrea, dismenorrea, ipertensione intraoculare.

 

Repertorio clinico:

 

  Addominale (colica), Cisti ovarica, Comportamento, Coxartrosi, Crampi, Diarrea, Dismenorrea, Epatica (colica), Glaucoma, Lombaggine, Nefritica (colica), Nevralgie, Sciatica.

 

COMOCLADIA DENTATA

 

Il glaucoma

 

  Glaucoma con sensazione di avere l'occhio troppo grosso; localizzazione elettiva a destra; aggravamento con il calore.

 

Repertorio clinico:

 

  Glaucoma.

 

CONIUM MACULATUM

 

La tendenza agli indurimenti

 

  Seni gonfi e dolenti prima delle mestruazioni; si aggrava con il minimo movimento; bisogno di premere sul seno. Indurimenti come per mastosi. Nodosità in seguito a traumatismo del seno. Indurimento del collo uterino.

  Prostata ipertrofica e dura, con sensazione di peso nel perineo; urina in getti intermittenti. Rimedio classicamente indicato per gli astinenti sessuali.

Cateratta traumatica; fotofobia e lacrimazione intense. Unghie gialle.

 

Le vertigini

 

  Vertigini quando si gira la testa di lato, che migliorano chiudendo gli occhi.

 

La paralisi ascendente

 

  Paralisi a evoluzione progressiva e ascendente. Tremiti.

 

Repertorio clinico:

 

Cataratta, Cornea (ulcerazione), Fibroma, Mastosi, Paralisi, Premestruale (sindrome), Prostata (ipertrofia della), Seno, Sessuali (problemi), Traumatismi, Unghie, Vertigini.

 

CORALLIUM RUBRUM (Corallo rosso)

 

La tosse mitragliante

 

  Accessi di tosse con parossismi subentranti, a scosse ravvicinate come a mitraglia, con molto muco nelle fosse nasali. Prima dell'accesso il soggetto soffoca; durante l'accesso il viso gli diventa rosso scuro; dopo l'accesso è spossato.

 

Repertorio clinico:

 

  Pertosse, Tosse.

 

CRATAEGUS OXYACANTHA

 

Il polso irregolare

 

  Polso debole, irregolare, intermittente, in una sindrome sincopale; dispnea al minimo esercizio fisico; ipertensione arteriosa.

 

Repertorio clinico:

 

  Extrasistole, Pressione arteriosa.

 

CROCUS SATIVUS

 

L'isteria affettuosa

 

  Affettuosità esuberante; il soggetto abbraccia tutti in modo isterico. È di umore mutevole; passa con facilità dall'allegria alla tristezza o all'ira.

 

Repertorio clinico:

 

  Comportamento, Isteria.

 

CROTON TIGLIUM (Olio del pinolo d'India)

 

L'eruzione sugli organi genitali

 

  Vescicole pruriginose localizzate sui genitali esterni: grattarsi provoca dolore.

 

Repertorio clinico:

 

  Eczema.

 

CUPRUM METALLICUM (Rame)

 

Gli spasmi

 

  Crisi epilettica jacksoniana; il pollice è ripiegato nella mano; in seguito la crisi può diventare generale e essere accompagnata da cianosi del viso, occhi fissi, trisma, opistotono.

  Crampi. Diarrea coleriforme con crampi muscolari, viso cianotico, addome caldo. Singhiozzo che migliora bevendo acqua fredda. Causa scatenante degli spasmi può essere la repressione delle eruzioni.

 

Repertorio clinico:

 

  Crampi, Diarrea, Epilessia, Sclerosi laterale amiotrofica, Singhiozzo.

 

CYCLAMEN EUROPAEUM

 

L'emicrania oftalmica

 

  Emicrania oftalmica con scintillii multicolori, macchie nere. Vertigine «trasparente»: il soggetto vede le cose nello stesso tempo ferme e mentre girano.

 

Altri sintomi notori

 

  Le mestruazioni si fermano quando la donna si muove. Singhiozzo dopo il pasto, specialmente in gravidanza.

 

Repertorio clinico:

 

  Cefalee e emicranie, Singhiozzo, Vertigini.

 

DIGITALIS PURPUREA

 

Il polso lento

 

  Palpitazioni violente con polso lento, irregolare, debole; che si aggravano col minimo movimento; il soggetto ha la sensazione che il cuore gli si fermi se si muove. Il soggetto è portatore di una lesione mitralica.

  Ittero con polso lento e fegato ingrossato; feci decolorate, diarroiche.

 

Repertorio clinico:

 

Epatite virale, Extrasistole.

 

DIOSCOREA VILLOSA

 

I dolori che migliorano quando il soggetto si raddrizza

 

  Dolori crampiformi a sede variabile, che migliorano quando il soggetto si raddrizza o si piega all'indietro. Possono irradiarsi ovunque (schiena, petto, dita, orecchie, organi genitali).

 

Repertorio clinico:

 

  Addominale (colica), Diarrea, Discinesia biliare, Epatica (colica), Nefritica (colica), Sciatica.

 

DROSERA ROTUNDIFOLIA

 

La tosse spasmodica

 

  Solletico della laringe, sensazione come di una briciola o di una piuma che scatena la tosse spasmodica. Tosse secca, ad accessi, abbaiante, rauca. Gli accessi si susseguono in maniera subentrante e impediscono di respirare, provocando spesso la ripresa inspiratoria detta « canto del gallo». Il soggetto mentre tossisce si regge il petto o il ventre. La tosse è scatenata dal parlare, dal ridere, dal cantare, dal distendersi, dal mangiare, dal bere; dopo la mezzanotte diventa più frequente. Il calore la aggrava. La accompagnano epistassi e vomito, eventualmente asma.

 

Repertorio clinico:

 

  Asma, Laringite, Pertosse.

 

DULCAMARA

 

La sensibilità al freddo umido

 

  Malattie che sopravvengono con il tempo umido e freddo: dolori reumatici, lombaggine, nevralgie, diarrea, catarri vari; avvicendamento dei disturbi. Orticaria dopo esposizione al freddo umido, con sensazione di bruciore dopo il grattarsi.

 

Le verruche

 

  Grosse verruche carnose, piatte, lisce, molli e brune; localizzazione elettiva al viso o al dorso delle mani.

 

Repertorio clinico:

 

  Addominale (colica), Lombaggine, Nevralgie, Orticaria, Reumatismi, Verruche.

 

EQUISETUM HIEMALE

 

L'enuresi

 

  La vescica duole come se fosse gonfia, e i dolori non migliorano con la minzione e si aggravano alla pressione; muco nell'urina. Da tentare nei casi di enuresi quando manchino una causa o un sintomo precisi.

 

Repertorio clinico:

 

  Enuresi, Infezione urinaria.

 

EUPATORIUM PERFOLIATUM

 

La febbre con dolori alle ossa

 

  Febbre con dolori in profondità, alle ossa. Sensazione di ossa rotte, di lividura su tutto il corpo. Cefalea con dolori nei globi oculari. Vomito bilioso durante la febbre.

 

Repertorio clinico:

 

  Dengue (Febbre rompi‑ossa), Influenza, Vomito.

 

EUPHRASIA OFFICINALIS

 

L'infiammazione oculare

 

  Congiuntivite durante una rinite con lacrimazione abbondante, che causa escoriazioni alle palpebre e alle guance; invece la secrezione nasale non è irritante. Muco sulla cornea che costringe il soggetto a battere le palpebre di continuo. Miglioramento all'aria aperta.

 

Repertorio clinico:

 

  Blefarite, Congiuntivite.

 

FERRUM METALLICUM (Ferro ridotto)

 

L'anemia ipocromica

 

  Anemia ipocromica con pallore della pelle e delle mucose, respiro anemico, vertigini. Il pallore si alterna con vampate congestizie (dovute a emozione, dolore, sforzo), che talvolta generano un'illusione di pletora. Cefalee con vampate congestizie in

soggetto anemico. Cefalea martellante con grande sensibilità del cuoio capelluto.

 

Repertorio clinico:

 

  Anemia, Cefalee e emicranie, Comportamento.

 

FERRUM PHOSPHORICUM (Fosfato ferroso-ferrico)

 

La febbre a ondate

 

  Febbre irregolare: quando la temperatura è bassa le guance del malato sono pallide: quando sopravviene l'ondata di febbre le guance diventano rosse. La febbre non sale mai troppo (al contrario di ciò che avviene con Aconitum napellus o Belladona), ma resta intorno ai 38,5 gradi C. II polso è molle; possono essere presenti dolori reumatici (specie alla spalla). La febbre è accompagnata anche da disturbi congestizi; pneumopatia congestizia con tosse secca e breve che provoca emissione di urina, otite con timpano congestizio; e da emorragie: epistassi, talvolta emottisi.

 

Repertorio clinico:

 

  Bambini, Bronchite, Emottisi, Epistassi, Febbre, Laringite, Otite, Polmonite, Tosse.

 

FLUORICUM ACIDUM (Acido fluoridrico)

 

Le malattie a lesioni profonde

 

  Carie dentarie rapide, con fistola. Alopecia a chiazze; i capelli sono aridi e si spezzano facilmente. Varici con dolori aggravati dal calore. Fistola anale con prurito all'orifizio esterno.

 

Repertorio clinico:

 

  Alopecia, Denti, Fistola anale, Varici.

 

FRAXINUS AMERICANA

 

L'utero fibromatoso

 

  Utero globalmente fibromatoso, congestizio, con sensazione di pesantezza.

 

Repertorio clinico:

 

  Fibroma.

 

GELSEMIUM SEMPERVIRENS

 

L'abbrutimento

 

  Il soggetto ha l'aspetto abbrutito, con sonnolenza, viso rosso scuro, desiderio di essere lasciato tranquillo; ha le palpebre pesanti, cadenti; gli sfinteri rilassati; soffre di cefalea occipitale; trema.

  Questo stato può instaurarsi in circostanze diverse: dopo un'emozione, una brutta notizia o uno spavento; in un ritardo del parto; in un'emicrania (preceduta da disturbi oculari e che si conclude con abbondante emissione di urina incolore). Ma i due quadri principali in cui si ritrova l'abbrutimento di Gelsemium sono l'ansia di anticipazione e la febbre.

 

L'ansia di anticipazione

 

  A1 momento di un esame, di una prova sportiva, prima di una seduta di cure odontoiatriche il soggetto presenta una diarrea di anticipazione e tremiti; inoltre è lento (al contrario di Argentum nitricum che è precipitoso) e abbrutito.

 

La febbre

 

  La febbre di Gelsemium s'instaura lentamente: comparsa progressiva dell'abbrutimento; concomitanza di polso lento, rinite acquosa, defecazione involontaria; febbre senza sete; desiderio di stare solo.

  Possono esserci sintomi più gravi, come paralisi dei centri motori, con perdita del coordinamento dei movimenti, tremiti

intensi, diplopia, strabismo, ptosi, afonia, vertigini, sensazione che il cuore debba cessare di battere se il soggetto non si muove.

  Questa condizione corrisponde in molti casi ad affezioni virali a localizzazione neurologica, spesso benigne: rinite, influenza ecc.; ma può instaurarsi a seguito di affezioni più gravi come un'encefalite, un principio di poliomielite, una sindrome di Guillain‑Barré Infine Gelsemium sarà indicato quando l'esantema di una febbre eruttiva tarda a manifestarsi e si ritrovano i sintomi descritti sopra.

 

I disturbi oculari

 

  Gelsemium può essere usato in diversi tipi di lesioni oculari: essudato retinico, coroidite, distacco della retina, glaucoma.

 

Repertorio clinico:

 

  Ansia, Cefalee e emicranie, Denti, Diarrea, Difterite, Encefalite, Epatite virale, Extrasistole, Febbre, Febbri eruttive, Glaucoma, Guillain‑Barré, Influenza, Insonnia, Intervento chirurgico, Lipotimia, Panico, Paralisi, Parto, Paure, Poliomielite, Retina, Rinite, Rinite spastica.

 

GLONOINUM (Trinitrina)

 

La congestione cefalica con disorientamento

 

  Congestione cefalica con afflusso improvviso del sangue alla testa, a ondate, che provoca pulsazioni al capo e alle carotidi, in sincronia con il polso. La faccia è color rosso scuro e calda, le orecchie sono rosse, gli occhi iniettati di sangue. Si ha evidente confusione mentale con disorientamento: il soggetto non riconosce il luogo in cui si trova. Cefalea pulsante; palpitazioni violente con afflusso di sangue al cuore e ansia precordiale. Aggravamento con il caldo. L'intero quadro può manifestarsi per una minaccia di ictus o in seguito a insolazione o colpo di calore.

 

Repertorio clinico:

 

  Acufeni, Cefalee e emicranie, Coma, Extrasistole, Ménières, Pressione arteriosa, Sole.

 

 

GNAPHALIUM POLYCEPHALUM

 

La sciatica che migliora stando a sedere

 

  Dolori sciatici che si alternano a intorpidimento, e migliora­no quando il soggetto sta seduto.

 

Repertorio clinico:

 

  Sciatica.

 

GRAPHITES (Grafite)

 

L'eczema trasudante

 

Eczema trasudante simile a miele, giallo e colloso. Localiz­zazione alle commessure, nelle pieghe di flessione, sulle palpe­bre, sul cuoio capelluto, dietro le orecchie. Talvolta la pelle è secca e rugosa, con riflessi gialli come il miele, fissurata:

le fissurazioni hanno un fondo giallo e mieloso.

Blefarite cronica con fissurazioni agli angoli esterni degli occhi; palpebre incollate al mattino. Alopecia causata dall'eczema; ca­pelli secchi e fragili. Cicatrici con cheloidi.

 

Le unghie deformate

 

Le unghie sono spesse, deformate, fesse, incarnite; micosi ungueale.

 

Il soggetto apatico e timoroso

 

Soggetto obeso, lento, apatico, timoroso, triste, indeciso, freddoloso. Ha il viso congestionato. Stitichezza con feci grosse avvolte nel muco, emorroidi, edema della mucosa anale, ragade anale.

Menarca tardivo. Le mestruazioni sono poco abbondanti e in ritardo. Leucorrea come gelatina; prurito vulvare prima delle mestruazioni. Avversione al coito.

 

Altri sintomi notori

 

Ronzio alle orecchie con sordità che migliora nel rumore. Gastralgia che migliora mangiando. Avversione per la carne, il pesce, i dolciumi. Prurito delle varici.

 

Repertorio clinico:

 

Acne giovanile, Acufeni, Alopecia, Amenorrea, Blefarite, Ci­catrici, Dispepsia, Eczema, Emorroidi, Erisipela, Idrocele, Impetigine, Infezione cutanea, Leucorrea, Mixedema, Orzaiolo, Prurito, Psoriasi, Ragade anale, Sessuali (problemi), Stitichez­za, Ulcera gastroduodenale, Unghie, Varici.

 

HAMAMELIS VIRGINIANA

 

Le vene dolenti

 

Sensazione di livido delle vene, che sono sensibili al tocco. Ematomi, ecchimosi per il minimo urto. Emorroidi con sensa­zione di livido e che sanguinano in abbondanza. Varici vulvari. Varicocele con testicolo sensibile, gonfio, caldo; sudore dello scroto.

 

Repertorio clinico:

 

  Ematomi, Emorroidi, Gravidanza, Orchite, Periflebite, Varici.

 

HELLEBORUS NIGER

 

L'ebetismo

 

Malato obnubilato, indifferente, dallo sguardo fisso con mi­driasi. Ha la fronte corrugata e la mandibola inferiore cadente. Sprofonda la testa nel guanciale, compie movimenti di oscillazione della lingua, movimenti automatici di uno degli arti.

Emette sospiri inconsapevoli, talvolta grida encefaliche. E’ len­to nel rispondere alle domande, non ha reazioni; i muscoli non gli obbediscono. Oliguria, anuria.

 

Repertorio clinico:

 

  Coma, Encefalite, Meningite virale.

 

HELONIAS DIOICA

 

La stanchezza uterina

 

  Prolasso con coscienza di avere un utero, lombalgie, mucose genitali arrossate, leucorree biancastre simili a latte cagliato, prurito vulvare. A questo insieme si accompagna una grande stanchezza che migliora con l'attività.

 

Repertorio clinico:

 

  Candidosi, Gravidanza, Leucorrea, Prolasso uterino.

 

HEPAR SULFURIS CALCAREUM (Fegato di zolfo calcareo)

 

Il pus che irrita la pelle

 

  Suppurazioni in via di formazione o già formate. L'escrezione di pus provoca piccole vesciche alla periferia della parte infiammata; in questo modo l'infezione cutanea avanza progressivamente. Il pus ha cattivo odore, classicamente «di formaggio stantio». La pelle è sensibile al tocco e alle correnti d'aria. Anche le mucose possono essere infiammate (occhi, bocca, gola, bronchi) con tendenza alle ulcerazioni.

 

La tosse

 

  Tosse laringea con tempo freddo e asciutto, che migliora con il tempo umido. Il malato soffoca nel tossire. Rantoli umidi, sibili bronchiali. Dolori pungenti aggravati dal contatto; sensazione come di una scheggia in gola.

 

Repertorio clinico:

 

Acne giovanile, Acne rosacea, Blefarite, Bronchi (dilatazione dei), Bronchite, Congiuntivite, Cornea (ulcerazione), Crosta lattea, Denti, Eczema, Herpes vescicolare, Flemmone della gola, Gengivite, Impetigine, Infezione cutanea, Laringite, Leiner-Moussous, Leucorrea, Linfangite, Orzaiolo, Otite, Rinite, Seno, Sinusite, Tosse.

 

HYOSCYAMUS NIGER

 

Il delirio loquace

 

  Delirio loquace, litigioso, geloso, erotico; paura di essere avvelenati. Movimenti automatici delle mani; defecazione involontaria.

 

Altro sintomo notorio

 

  Singhiozzo dopo il pasto.

 

Repertorio clinico:

 

  Mania, Ossessioni; Paure, Singhiozzo, Febbre tifoidea.

 

HYPERICUM PERFORATUM

 

 I traumatismi dei nervi

 

  Traumatismo delle parti fittamente innervate. Quando è interessato un nervo o un plesso nervoso il dolore risale, partendo dalla piaga, lungo tutto l'arto colpito. Caduta sul coccige con dolori che risalgono per tutto il rachide. Dolori ai grandi nervi. Può prevenire il tetano.

 

Repertorio clinico:

 

  Denti, Morsicature di animali, Nevralgie, Traumatismi.

 

IGNATIA AMARA

 

Le contraddizioni

 

  In seguito a un'emozione o a un dispiacere a lungo rimuginato, si manifestano sintomi che hanno la caratteristica principale di essere contraddittori, paradossali. Per esempio il soggetto vomita un pasto delicato, mentre non ha difficoltà con un pasto pesante, a seconda delle circostanze: se il soggetto è contrariato non digerisce il pasto delicato e leggero, mentre digerisce con facilità il pasto abbondante che si svolge in un ambiente gradevole. Altri sintomi paradossali: nausea o vomito che migliorano mangiando; dolori alla gola che migliorano inghiottendo; emorroidi che migliorano camminando; più il soggetto tossisce, più ha stimolo a tossire (mentre dovrebbe averne sollievo).

  Il soggetto Ignatia desidera stare solo per rimuginare in silenzio il proprio dispiacere; ma dopo qualche tempo sente il bisogno di esplodere, e allora cerca di litigare con chi gli sta accanto. Tende a contraddire gli altri e non sopporta di essere consolato. Non sopporta gli odori: di tabacco, profumo, pittura, caffè (mentre il caffè gli piace molto: sempre il carattere contradditorio di Ignatia). È più frequente che sia di sesso femminile. Spesso il soggetto Ignatia è un divorziato

  Le contrarietà provocano anche sintomi somatici: oppressione respiratoria con necessità di esalare sospiri profondi; sensazione di una palla in gola; pianti, sbadigli spasmodici; sensazione di vuoto nello stomaco, che migliora inspirando profondamente; singhiozzo; dolori erratici; cefalea a chiodo, che spesso termina con emissione di abbondante urina incolore; stitichezza in viaggio; spasmi del singhiozzo nel bambino.

 

Repertorio clinico:

 

  Addominale (colica), Amenorrea, Ansia, Asma, Cefalee e emicranie, Comportamento, Depressione nervosa, Discinesia biliare, Dispepsia, Extrasistole, Gravidanza, Isteria, Insonnia, Nausea, Nevrosi, Pressione arteriosa, Singhiozzo, Spasmo del singhiozzo, Spasmofilia, Stitichezza, Tosse, Vomito.

 

IODUM (Iodio)

 

L'ipertiroidismo

 

  Il soggetto si trova di continuo in uno stato di agitazione ansiosa. E ansioso se si riposa, ansioso se non mangia. Bulimico, è magro sebbene mangi in abbondanza. Non tollera il caldo. La sua ghiandola tiroidea è ipertrofica, dura e dolorosa, con sensazione di costrizione al collo. Si hanno anche segni cardiologici: sensazione di compressione intorno al cuore; palpitazioni; tachicardie.

 

L'irritazione delle mucose

 

  Irritazione delle mucose con secrezioni brucianti e escorianti; dolori ai seni frontali. Sensazione di costrizione della laringe con raucedine, tosse laringea; dolori alla laringe che si aggravano tossendo. Leucorrea che buca la biancheria.

 

Altri sintomi notori

 

  Diarrea biancastra e untuosa. Dolori come per un cuneo conficcato nelle ovaie. Idrocele.

 

Repertorio clinico:

 

  Ansia, Basedow, Cisti ovarica, Extrasistole, Idrocele, Laringite, Leucorrea, Pancreatite, Poliartrite Reumatoide, Rinite spastica.

 

IPECA

 

La nausea

 

  Il soggetto che ha bisogno di Ipeca soffre di nausea costante che non è alleviata dal vomito, con salivazione profusa; nonostante i sintomi digestivi ha la lingua pulita.

  Questa condizione può verificarsi durante emorragie varie, disturbi digestivi (sensazione di stomaco rilassato, dolori ombelicali, diarrea acquosa con muco e sangue), spesso nell'ambito di una sindrome respiratoria.

 

La tosse con rantoli

 

  Il malato ha una tosse spasmodica provocata da senso di solletico della laringe. Si irrigidisce durante l'accesso, che è accompagnato dai sintomi caratteristici di Ipeca: iperscialorrea con nausea costante non alleviata dal vomito, lingua pulita. La respirazione è fischiante, soffocante. Si ha anche sensazione di costrizione del petto.

 

Repertorio clinico:

 

  Allergia, Asma, Bronchite, Diarrea, Ematemesi, Emottisi, Epistassi, Gravidanza, Menorragia, Metrorragia, Nausea, Pertosse, Rinite spastica, Tosse, Vomito.

 

IRIS VERSICOLOR

 

I bruciori digestivi

 

  Sensazione di bruciore in tutto il tubo digerente, dalla bocca all'ano, con iperacidità, vomito acido e bruciante, bilioso, feci untuose e brucianti. I sintomi possono manifestarsi durante un'esofagite, un accesso di pancreatite (con diarrea untuosa, bruciore all'ano), un'emicrania oftalmica.

 

L'emicrania oftalmica

 

  Emicrania con disturbi della vista: visione offuscata, amaurosi. Nausea, vomito bilioso, sensazione di bruciore del canale digerente (in specie bocca, esofago, stomaco). Emicrania nei giorni di riposo dal lavoro.

 

Repertorio clinico:

 

  Cefalee e emicranie, Esofagite, Gastrite, Pancreatite, Vomi­to

 

 

KALIUM ARSENICOSUM (Arseniato di potassio)

 

Le papule

 

  Pelle secca e squamosa con papule confluenti; prurito intollerabile che si aggrava con il calore.

 

Repertorio clinico:

 

  Lichene piano.

 

KALIUM BICHROMICUM (Bicromato di potassio)

 

II muco denso

 

  Infiammazione di una mucosa: sinusale, nasale, auricolare, bronchiale, degli organi genitali. Si manifesta allora una secrezione di muco verdastro, filante, vischioso, molto denso. Croste nel naso, con faringe rossa, edema dell'ugola, voce nasale, poliposi, dolori alla radice del naso. Leucorrea verdastra e filante.

 

Le ulcerazioni pungenti

 

  Si osservano ulcerazioni dai bordi netti, in particolare della cornea, del naso, dello stomaco, che sono accompagnate da muco verdastro denso e filante, caratteristico. Dolori brucianti allo stomaco, che si aggravano dopo aver bevuto birra e migliorano mangiando. Pesantezza epigastrica dopo il pasto.

 

Altri sintomi notori

 

  Dolori che si fissano in luoghi circoscritti, come un punto (fronte, petto). Cefalea frontale preceduta da disturbi oculari. Tosse che si aggrava nel mangiare o nello spogliarsi.

 

Repertorio clinico:

 

  Bronchi (dilatazione dei), Bronchite, Cefalee e emicranie, Cornea (ulcerazione), Difterite, Gastrite, Leucorrea, Mononucleosi infettiva, Otite, Polipi, Rinite, Rinofaringite, Sinusite, Tosse, Ulcera gastroduodenale.

 

KALIUM BROMATUM (Bromuro di potassio)

 

L'agitazione

 

  Annullamento delle facoltà intellettuali, sonnolenza, perdita della memoria, soprattutto per le parole. Tuttavia il soggetto è in uno stato di agitazione incessante, in particolare delle mani; ha crisi di sonnambulismo, di terrore notturno, digrigna i denti. Ha un'acne papulosa.

 

Repertorio clinico:

 

  Acne giovanile, Comportamento, Memoria, Pavor nocturnus, Sonnambulismo.

 

 

KALIUM CARBONICUM (Carbonato bipotassico)

 

L'astenia che segue una malattia grave e prolungata

 

  In seguito a una malattia grave e prolungata, a un aborto spontaneo, a un parto, si instaura uno stato astenico con le seguenti caratteristiche: debolezza diffusa con sensazione che gli arti inferiori stiano per cedere, traspirazione abbondante al minimo sforzo, facilità a prendere freddo, capelli secchi, alopecia, sensazione di debolezza lombare con dolori che si irradiano alle natiche. Tendenza all'anemia e agli edemi; sensazione che il cuore sia sospeso a un filo; il polso è rapido, debole, intermittente; emorroidi. Sensazione di stomaco pieno d'acqua, di ansia che si percepisce nello stomaco.

 

La localizzazione polmonare

 

  Kalium carbonicum corrisponde anche a sintomi bronchiali con fischi, espettorazione di piccole masse rotonde e grigie come crema di tapioca. Dolori pungenti nel petto, che non dipendono dal movimento. Tipica la localizzazione alla base del polmone destro. Il malato si siede piegato in avanti, la testa fra le mani, i gomiti sulle ginocchia.

 

Repertorio clinico:

 

  Aborto spontaneo, Alopecia, Amenorrea, Anemia, Asma, Astenia, Bronchi (dilatazione dei), Coxartrosi, Dispepsia, Emorroidi, Ernia iatale, Extrasistole, Fibroma, Freddo (facilità a prendere), Gonartrosi, Gravidanza, Lombaggine, Parto.

 

KALIUM IODATUM (Ioduro di potassio)

 

La rinite con sinusite

 

  Rinite acuta con dolori ai seni frontali, cefalea catarrale, secrezione molto irritante; aggravamento all'aria aperta.

 

I dolori reumatici notturni

 

  Ginocchio gonfio, dolori che di notte si aggravano; idrartrosi. Sciatica con dolori che si aggravano di notte e quando il soggetto è disteso, soprattutto sul lato dolente.

 

Repertorio clinico:

 

Acufeni, Idrartrosi, Rinite, Sciatica, Sinusite.

 

KALIUM MURIATICUM (Cloruro di potassio)

 

Il catarro della tromba di Eustachio

 

  Catarro cronico della tromba di Eustachio, con ronzii, sordità, scricchiolii nelle orecchie nel soffiarsi il naso. La lingua è coperta da uno strato bianco e spesso.

 

Repertorio clinico:

 

  Otite.

 

KALIUM PHOSPHORICUM (Fosfato bipotassico)

 

L'esaurimento

 

  In seguito a sovraffaticamento, a un dispiacere prolungato, si instaura una condizione di esaurimento cerebrale e fisico, con incapacità di riflettere; il soggetto però può uscire dal suo stato e in quel caso manifestare irritabilità. Può anche soffrire di cefalea dopo uno sforzo intellettuale, avere crisi di terrore notturno. La sindrome si aggrava con lo sforzo mentale e col coito; l'orgasmo è ritardato.

  Phosphoricum acidum presenta un quadro simile, ma il soggetto è incapace di uscire dal proprio stato di esaurimento per iniziativa spontanea.

 

Repertorio clinico:

 

  Astenia, Depressione nervosa, Sessuali (problemi).

 

 

KALMIA LATIFOLIA

 

I dolori cardiaci

 

  Dolori cardiaci che si irradiano all'arto superiore sinistro con polso lento; violente palpitazioni dolorose, che si aggravano quando il soggetto si piega in avanti, che mozzano il respiro.

 

La nevralgia dall'alto in basso

 

  Dolori erratici folgoranti, che migrano dall'alto in basso, tipo intorpidimento, aggravati dal movimento e quando il soggetto si piega in avanti, in alternanza con i disturbi cardiaci. Dolori da postumi di zoster, con tendenza a migrare dall'alto in basso con sensazione di intorpidimento.

 

Repertorio clinico:

 

  Angor, Extrasistole, Reumatismi, Zona.

 

KREOSOTUM (Creosoto di faggio)

 

La corrosione delle mucose

 

  Kreosotum si addice all'irritazione violenta delle mucose con secrezioni fortemente escorianti, sanguinamento al contatto. Le gengive sono spugnose, sanguinanti, cianotiche; la bocca e le carie dentarie emanano odore fetido (vedi sotto). Le piccole labbra sono gonfie. Dolori brucianti alla vagina nell'urinare; leucorrea irritante, pruriginosa, sanguinolenta, corrosiva, fetida; che macchia di giallo la biancheria o la indurisce come inamidata.

 

La carie dentaria

 

  I denti di latte si cariano man mano che spuntano e prendono una forma a cuneo. Anche carie in gravidanza, con salivazione.

 

Repertorio clinico:

 

  Denti, Gengivite, Gravidanza, Leucorrea, Prurito.

 

 

LAC CANINUM (Latte di cagna)

 

Il seno gonfio

 

  Seno gonfio e teso prima delle mestruazioni; dolori che si aggravano alla minima scossa.

 

Le pseudomembrane

 

  Pseudomembrane simili a porcellana, che si spostano di continuo da una parte all'altra.

 

Repertorio clinico:

 

  Difterite, Premestruale (sindrome).

 

LACHESIS MUTUS (Veleno del serpente lachesis)

 

I discorsi sconnessi

 

  Durante una malattia infettiva grave o in menopausa la sera si produce uno stato di eccitazione mentale, con depressione la mattina dopo al risveglio. Il soggetto è molto loquace, ma soprattutto salta di palo in frasca, un'idea ne suscita un'altra e non si riesce a fermarlo. Iperestesia cutanea.

 

Tutto è viola

 

  In Lachesis è tutto violaceo o violetto: le gote, le lesioni della pelle (ascessi, papule acneiche), le mucose.

 

La tendenza all'infezione

 

  Angina con tonsille rosso scuro, collo molto sensibile al tocco, aggravamento con i liquidi caldi; l'infiammazione passa da sinistra a destra. Laringite o bronchite con tosse secca appena si tocca la laringe. Febbre con eccitazione loquace, delirio, impressione di essere stato avvelenato, gelosia, sogni di morte; la lingua trema; il soggetto non sopporta il peso delle lenzuola, soffoca nel momento in cui si addormenta, ha complicazioni emorragiche.

 

La diatesi emorragica

 

  Gengive che sanguinano, porpora, ecchimosi violacee, ematomi spontanei, pus misto a sangue in caso di ascessi. Il sangue è nerastro, decomposto, incoagulabile. Le emorragie possono verificarsi in una circostanza qualsiasi: menopausa, malattia infettiva grave, etilismo.

 

La soppressione di secrezioni

 

  1 disturbi insorgono spesso in seguito alla soppressione delle secrezioni, e si attenuano con il ritorno di queste: acufeni con catarro della tromba di Eustachio quando la rinite smette di colare; cefalea di tipo esplosivo, che migliora con l'avviarsi di una secrezione; in menopausa vampate di calore quando le mestruazioni ritardano, miglioramento all'arrivo delle mestruazioni.

 

I disturbi circolatori

 

  Vampate di calore con traspirazione. Tosse riflessa della condizione cardiaca; palpitazioni; desiderio di aria. Sensazione che il cuore sia troppo grosso nel petto. Ulcere varicose torpide, dai bordi violetti, con secrezione maleodorante, ipersensibilità al contatto, dolore quando l'ulcera non geme.

 

Altri sintomi notori

 

  I sintomi si spostano da sinistra a destra. Sensazione che gli occhi siano tirati all'indietro. Eccitazione sessuale in menopausa.

 

Repertorio clinico:

 

  Acne giovanile, Acufeni, Allergia, Amenorrea, Angina, Asma, Bronchite, Cefalee e emicranie, Cicatrici, Cirrosi epatica, Cisti ovarica, Comportamento, Depressione nervosa, Difterite, Ecchimosi, Ematomi, Emiplegia, Emorragie, Epatite virale, Erisipela, Eritema nodoso, Extrasistole, Febbre, Fibroma, Gengivite, Glossite, Infezione cutanea, Isteria, Laringite, Linfangite, Lipotimia, Menopausa, Metrorragia, Morsicature di animali, Orecchioni, Periflebite, Porpora, Pressione arteriosa, Raynaud (sindrome di), Retina, Rinite spastica, Scarlattina, Sessuali (problemi), Sinusite, Sole, Tifoidea, Tosse, Ulcera cutanea.

 

LAPIS ALBUS (Fluosilicato di calcio)

 

1 fibromi elastici

 

  Fibroma a consistenza elastica con dolori brucianti e emorragie.

 

Repertorio clinico:

 

  Fibroma.

 

LEDUM PALUSTRE

 

Il gonfiore articolare freddo

 

  Gonfiore articolare freddo al tocco; i tegumenti sono pallidi, gonfi. Si aggrava con il calore locale, migliora con applicazioni fredde, con bagno freddo. Localizzazione elettiva al ginocchio; eventualmente alla caviglia, all'alluce. Spostamento della crisi dal basso all'alto. Gonfiori gottosi.

 

I traumatismi

 

  Ferite lacere (morsicature di animali). Ferite puntiformi: schegge, ferite causate da strumenti acuminati, punture d'insetti

(a titolo curativo ma anche preventivo: da consigliare agli apicoltori). La parte lesa appare fredda al tocco. Traumatismo delle parti molli intorno all'occhió.

 

Gli alcolisti

 

  Acne e reumatismi negli alcolizzati.

 

Repertorio clinico:

 

  Acne rosacea, Gonartrosi, Gotta, Morsicature di animali, Punture d'insetti, Reumatismi, Traumatismi.

 

 

LILIUM TIGRINUM

 

La depressa eccitata

 

  Depressa, irritabile, lamenta una sensazione di pesantezza degli organi del bacinetto: Lilium tigrinum è una Sepia precipitosa e eccitata in senso sessuale, che deve essere attiva di continuo per riuscire a pensare ad altro. Il flusso mestruale scorre soltanto se il soggetto si muove. Soffre di leucorrea escoriativa, di palpitazioni con polso rapido e sensazione di avere il cuore in una morsa.

 

Repertorio clinico:

 

  Depressione nervosa, Dismenorrea, Extrasistole, Leucorrea, Sessuali (problemi).

 

 

LYCOPODIUM CLAVATUM (Spore di licopodio)

 

La dispepsia flatulenta

 

  Con Lycopodium abbiamo una vera e propria sindrome di atonia digestiva. Il soggetto va a tavola con una fame da lupo (del resto se passa l'ora dei pasti gli viene mal di testa), ma si sazia dopo pochi bocconi. Dopo il pasto il viso si arrossa. Ha sonnolenza postprandiale ma non fa la siesta perché altrimenti si sveglia di cattivo umore, oppure deve fare una siesta di tre ore.      Ha una sensazione di pienezza di stomaco per la maggior parte del pomeriggio. Presenta gonfiore addominale, soprattutto della parte inferiore del ventre, che migliora espellendo gas. Alle cinque del pomeriggio ha ancora il cibo nello stomaco. In genere tutti i suoi sintomi peggiorano fra le 16 e le 20. Soffre di stitichezza spastica con emorroidi. Non digerisce le ostriche; invece ha grande desiderio di pezzetti di zucchero.

 

Il soggetto tipico di Lycopodium

 

  Sul piano fisico è un sedentario, di muscolatura debole, che si sente meglio quando fa del moto e quando è all'aria aperta. Sembra più vecchio della sua età. Il bambino, al contrario di quanto si scrive in genere, non ha l'aria da vecchietto, ma sembra più grande della sua età. L'adulto ha i capelli grigi prima del tempo. Il suo colorito è giallo.

  Sul piano psichico è un soggetto intelligente, dall'occhio vivace, molto portato alle scienze matematiche. È orgoglioso, molto volitivo, autoritario, non ama l'insuccesso; tende a contraddire gli altri. Il bambino è precoce; è attirato dai bambini più grandi di lui e dalla conversazione degli adulti. Gli piace fare tutto da solo. Vuol essere sempre il primo della classe, dimostra spirito di competizione e i brutti voti lo mortificano.

  Il soggetto di Lycopodium non ama la novità, soffre di ansia di anticipazione. È di cattivo umore al risveglio. È un misantropo che ha bisogno di compagnia, ma di compagnia silenziosa. Tende alle collere rientrate. Piange quando gli altri si congratulano con lui, quando lo ringraziano per un favore. È un sentimentale orgoglioso.

  A volte si scompensa nel momento in cui deve assumersi delle responsabilità; perde la vivacità della mente, ha una memoria meno buona; le sue erezioni diventano incomplete o impossibili; soffre di eiaculazione precoce.

  Tuttavia i grandi vecchi che conservano intatte le facoltà intellettuali sono tipicamente Lycopodium.

 

Le malattie diatesiche

 

  Lycopodium è il rimedio di fondo che si ritrova più spesso nell'eczema atopico, la cetosi periodica, la parodontosi, l'ipertensione arteriosa, l'arterite, l'iperazotemia, la litiasi biliare, la litiasi urinaria, la gotta.

 

La tendenza alle infezioni

 

  Infezione delle vie respiratorie (superiori e inferiori) a ripetizione, in concomitanza con disturbi della digestione. Tendenza all'epatizzazione polmonare. Naso chiuso. Pulsazione delle ali del naso. Angina che si sposta da destra a sinistra; miglioramento con i liquidi caldi.

  Infezione urinaria a ripetizione. Prostata ingrossata. Sabbia rossa nelle urine (urati). Brividi durante la minzione.

 

Altri sintomi notori

 

  Il soggetto vede solo la metà sinistra degli oggetti. Fessure del calcagno.

 

Repertorio clinico:

 

  Addominale (colica), Allergia, Alopecia, Amenorrea, Angina, Ansia, Arterite, Asma, Bambini, Bronchite, Cefalee e emicranie, Cetosi periodica, Cirrosi epatica, Comportamento, Crampi, Crosta lattea, Denti, Depressione nervosa, Difterite, Discinesia biliare, Dispepsia, Eczema, Emorroidi, Enuresi, Esofagite, Extrasistole, Freddo (facilità a prendere), Gastrite, Glutine (intolleranza al), Gotta, Infezione cutanea, Infezione urinaria, Lichene piano, Litiasi biliare, Litiasi urinaria, Lombaggine, Memoria, Nefritica (colica), Orzaiolo, Otite, Panico, Paure, Polmonite, Pressione arteriosa, Prostata (ipertrofia della), Psoriasi, Rinite spastica, Rinofaringite, Sessuali (problemi), Singhiozzo, Stitichezza, Tic nervosi, Ulcera cutanea, Ulce­ra gastroduodenale, Varici, Verruche

 

LYCOPUS VIRGINICUS

 

I segni cardiologici

 

  Tachicardia da eccitabilità del simpatico miocardico; extrasistole, palpitazioni; senso di costrizione precordiale; polso rapido e irregolare; cuore insieme debole e tumultuoso. Può essere una sindrome di origine nervosa oppure l'effetto di un gozzo esoftalmico.

 

Repertorio clinico:

 

  Basedow, Extrasistole

 

MAGNESIA CARBONICA (Carbonato di magnesio)

 

La diarrea verde

 

  Diarrea nel lattante, con feci verdi, come acqua di uno stagno di ranocchi, con odore agro. Anche il corpo del lattante ha un odore agro.

 

Repertorio clinico:

 

  Diarrea.

 

MAGNESIA PHOSPHORICA (Fosfato bimagnesico)

 

I dolori crampiformi

 

  Dolori crampiformi in violenti parossismi che costringono il soggetto a piegarsi in due e migliorano con la pressione forte e il calore. Gli stessi sintomi di Colocynthis, ma senza la connotazione nervosa.

 

Repertorio clinico:

 

  Addominale (colica), Crampi, Diarrea, Discinesia biliare, Dismenorrea, Epatica (colica), Nefritica (colica), Nevralgie, Sciatica.

 

 

MELILOTUS ALBA

 

La cefalea congestizia

 

 

  Cefalea pulsante con sensazione di pienezza della testa. La faccia è arrossata, gli occhi iniettati di sangue, i piedi freddi; sollievo da un'epistassi o altre perdite di sangue.

 

Repertorio clinico:

 

  Cefalee e emicranie.

 

MERCURIUS CORROSIVUS (Cloruro mercurico)

 

La violenta infiammazione delle mucose

 

  Infiammazione violenta delle mucose. Tenesmo vescicale con urine che colano a goccia a goccia, rare, scure, sanguigne, albuminose, talvolta verdi; dolori brucianti dell'uretra; sindrome tubulonefrosica. Tenesmo rettale che non migliora con la defecazione. Esofagite. Ulcera corneale cronica, profonda, dolente, con secrezione irritante, fotofobia.

Mercurius corrosivus ha grosso modo gli stessi sintomi di Mercurius solubilis ma più virulenti. Del resto presenta lo stesso tipo di bocca.

 

Repertorio clinico:

 

  Cornea (ulcerazione), Diarrea, Infezione urinaria, Esofagite, Nefrite acuta.

 

MERCURIUS CYANATUS (Cianuro di mercurio)

 

L'angina con pseudomembrane

 

  Angine con pseudomembrane spesse, grigiastre, estese, che tendono a ulcerarsi. Rapida prostrazione. La stessa bocca di Mercurius solubilis.

 

Repertorio clinico:

 

  Angina, Difterite.

 

MERCURIUS DULCIS (Cloruro mercurioso, calomelano)

 

L'otite vischiosa

 

  Otite vischiosa, catarro dell'orecchio medio con inspessimento e ritrazione del timpano; sordità. La stessa bocca di Mercurius solubilis.

 

La prostatite acuta

 

  Infiammazione acuta della prostata che aumenta di volume, con disuria; la stessa bocca di Mercurius solubilis.

 

Repertorio clinico:

 

  Otite, Prostatite.

 

MERCURIUS SOLUBILIS  (Il mercurio «solubile» di Hahnemann)

 

Quando si pensa a Mercurius solubilis è decisivo l'esame della bocca del malato. Le gengive sono gonfie e spugnose, retratte, bianche; la lingua è gonfia e conserva l’ impronta dei denti. L'alito è fetido. Si ha iperscialorrea e adenopatie satelliti.

 

La febbre

 

  La febbre di Mercurius solubilis è molto caratteristica: è accompagnata da sudorazione a predominanza notturna, oleosa, maleodorante e che non la allevia, con brividi striscianti a fior di pelle. Mercurius solubilis è abbastanza spesso indicato nelle febbri prolungate, nei casi che si trascinano.

 

La suppurazione delle mucose

 

  Infiammazione delle gengive, dei denti, della parotide; mal di denti che migliora massaggiando la guancia; lichene boccale. Angina rossa con pseudomembrane, possibile evoluzione verso l'ulcerazione o il flemmone. Dolori alla gola nell'inghiottire. Suppurazione dell'orecchio medio, dei seni, delle palpebre, dei bronchi (localizzazione elettiva alla base del polmone destro), dell'utero. Le secrezioni, gialle o verdi, sono irritanti, corrosive. I raffreddori « scendono nei bronchi». Spesso sono casi che si trascinano.

  Infiammazione della cistifellea; dolori all'ipocondrio destro con impossibilità di coricarsi sul fianco destro. Tenesmo rettale che non migliora con la defecazione; muco, sangue o pus nelle feci; diarrea; ascesso anale.

  Si possono avere anche ulcerazioni delle mucose: ulcera corneale, afte in bocca, in particolare.

 

La suppurazione cutanea

 

  Vescicole sulla pelle tendenti alla suppurazione; prurito aggravato dal calore. Ulcere cutanee.

 

La cattiveria

 

  In certi casi Mercurius si dà come rimedio di fondo. È appropriato per i bambini (per lo più maschi) tipo «capobanda», autoritari, violenti, litigiosi, cattivi. Il soggetto maltratta gli animali. Adora il burro. Soffre di angine a ripetizione.

 

Repertorio clinico:

 

  Adenopatie, Amebiasi, Angina, Afte, Bambini, Blefarite, Bronchite, Candidosi, Colecistite, Comportamento, Congiuntivite, Cornea (ulcerazione), Denti, Diarrea, Epatica (colica), Epatite virale, Herpes, Febbre, Fistola anale, Flemmone della gola, Gastroeneterite, Gengivite, Glossite, Infezione cutanea, Leucorrea, Lichene piano, Litiasi biliare, Lifangite, Metrite, Micosi, Monocucleosi infettiva, Orecchioni, Orzaiolo, Otite, Pancreatite, Polmonite virale atipica, Rinite, Rinite spastica, Rinofaringite, Rosolia, Salpingite, Sinusite, Tosse, Ulcera cutanea, Varicella, Zona.

 

MEZEREUM

 

Le croste biancastre

 

  Piccole vescicole molto pruriginose che si evolvono rapidamente in croste spesse e biancastre sotto le quali si trova il pus, talvolta un'ulcerazione. Tigna con alopecia, capelli appiccicati.

 

Altri sintomi notori

 

  Postumi di vaccinazione. Prurito senile. Nevralgia facciale che si aggrava mangiando, con dolori profondi che si aggravano di notte; nevralgia facciale che segue alla soppressione di un'eruzione.

 

Repertorio clinico:

 

  Alopecia, Crosta lattea, Eczema, Impetigine, Leiner‑Moussous, Nevralgie, Prurito, Vaccinazioni, Zona.

 

 

MOSCHUS (Muschio)

 

La crisi teatrale

 

  Crisi isterica, teatrale, col minimo pretesto, con esagerazione dei sintomi: singhiozzo, soffocazione, riso incontrollabile, palpitazioni, freddolosità, convulsioni, lipotimia, svenimento.

 

Repertorio clinico:

 

  Isteria, Lipotimia.

 

 

MURIATICUM ACIDUM (Acido cloridrico)

 

Le emorroidi sensibili al tocco

 

  Emorroidi sensibili al tocco (perfino la carta igienica non è tollerata) e che escono durante la minzione. Emorroidi nei bambini.

 

La prostrazione

 

  Febbre con prostrazione muscolare; il malato scivola nel letto; la mandibola inferiore è pendente; la lingua è arida come il cuoio; defecazione involontaria ogni volta che urina.

 

Repertorio clinico:

 

  Emorroidi, Febbre tifoidea.

 

NAJA TRIPUDIANS (Veleno del cobra)

 

La lesione valvolare

 

  Naia è indicato nei soggetti che presentano un soffio cardiaco da lesione. I sintomi da individuare sono: palpitazioni che impediscono di parlare; polso lento, irregolare; ipotensione; tosse riflessa da cardiopatia; tendenza alla depressione. Anche in assenza di questi sintomi si potrà prescrivere una dose settimanale di Naia 15 CH al portatore di una lesione cardiaca compensata: migliorerà la sua condizione generale.

 

Repertorio clinico:

 

  Angor, Cuore, Depressione nervosa, Extrasistole, Pressione arteriosa.

 

 

NAPHTALINUM (Naftalina)

 

La cataratta

 

  Cataratta con lesioni corio‑retiniche.

 

Repertorio clinico:

 

  Cataratta.

 

NATRUM CARBONICUM (Carbonato di sodio)

 

L'intolleranza per il clima caldo

 

  Il soggetto di Natrum carbonicum non sopporta la stagione calda, né il calore del sole. Cefalea cronica nella stagione calda. Tendenza alle distorsioni a ripetizione.

 

Repertorio clinico:

 

  Distorsioni, Sole.

 

NATRUM MURIATICUM (Sale marino)

 

Il riserbo

 

  Natrum muriaticum è un soggetto ripiegato su se stesso, poco comunicativo, che non ama raccontare di sé; a causa di questo atteggiamento può sembrare poco intelligente. L'ingiustizia lo indigna; ha paura dei ladri. Può avere una tendenza ossessiva o fobico‑ossessiva: controlla più volte il gas, la porta d'ingresso.

  E’ precipitoso, distratto, maldestro. Lascia cadere gli oggetti, i suoi movimenti sono bruschi e imprecisi, soprattutto quando innervosito. Natrum muriaticum e Argentum nitricum possono essere appropriati per la stessa persona: Natrum muriaticum il rimedio di fondo, Argentum nitricum il complemento occasionale.

  Il bambino presenta un ritardo nel parlare e nel camminare; la strabismo divergente. Il bambino più grande difficilmente racconta quel che succede a scuola. Spesso Natrum muriaticum è indicato durante l'adolescenza.

  Natrum muriaticum può sia aggravarsi, sia migliorare in riva al mare: si sente bene se vi rimane per un periodo breve (otto giorni), mentre si aggrava con un soggiorno prolungato. Causalità: conseguenze di un dispiacere prolungato, di una delusione d'amore; il soggetto non è più stato bene dopo una tiroidectomia.

 

Sul piano fisico

 

  Soggetto magro, soprattutto nella parte superiore del corpo, anche se mangia in abbondanza; demineralizzato, ha bisogno di sale (di pane, di pesce). Alla visita: torace stretto; eritema pudico.

  La fronte e i capelli sono grassi; presenta alopecia precoce, eruzioni localizzate al margine del cuoio capelluto. Ha tendenza alle afte, all'herpes, alle allergie solari, alle verruche sulle mani, soprattutto sul palmo.

 

La secchezza delle mucose

 

  Certe mucose sono secche. La bocca è asciutta, e quindi si ha sete di grandi quantità di acqua gelata. Lingua a carta geografica, o che porta piccole perle di saliva vicino ai margini; soggetto che tira fuori appena la lingua durante la visita. Dispepsia da farinacei; feci in biglie rotonde.

 

L'ipersecrezione delle mucose

 

  Altre mucose hanno secrezioni più che abbondanti: rinite con perdita del gusto e dell'odorato, secrezione nasale acquosa, abbondantissima; lacrimazione durante la tosse.

 

Altri sintomi notori

 

  Cefalea da fatica intellettuale e da stanchezza oculare. Emicrania oftalmica martellante con sete e lacrimazione. Palpitazioni che si ripercuotono in tutto il corpo. Sensazione di freddo intorno al cuore. Anemia. Lombalgia che migliora su un giaciglio duro; accorciamento dei tendini con contratture.

 

Repertorio clinico:

 

  Acne giovanile, Afte, Allergia, Alopecia, Amenorrea, Anemia, Angina, Asma, Bambini, Basedow, Bronchite, Cateratta, Cefalee e emicranie, Comportamento, Congiuntivite, Depressione nervosa, Dispesia, Eczema, Epitassi, Herpes, Extrasistole, Fobie, Freddo (facilità a prendere), Ipocondria, Lichene piano, Lombaggine, Memoria, Mononucleosi infettiva, Nefrotica (sindrome), Orticaria, Orzaiolo, Ossessione, Paure, Pelvispondilite reumatica, Periartrite, Poliartrite reumatoide, Psoriasi, Ragade anale, Rinite, Rinite spastica, Rinofaringite, Sole, Sonnambulismo, Spasmofilia, Tic nervosi, Verruche, Vertigini, Vitiligine.

 

 

NATRUM SALICYLICUM (Salicilato di sodio)

 

La sindrome di Ménières

 

  Ronzii alle orecchie, sordità, vertigini quando si cerca di alzarsi dal letto.

 

Repertorio clinico:

 

  Ménières.

 

NATRUM SULFURICUM (Solfato bisodico)

 

Le evacuazioni di bile

 

  Cefalea con ipersalivazione, sapore amaro in bocca, vomito bilioso, diarrea biliosa; cefalea post‑traumatica o emicrania. Dolori all'ipocondrio destro nell'ispirazione profonda. Diarrea dopo la prima colazione.

 

Altri sintomi notori

 

  Bronchite o asma con tosse grassa; localizzazione elettiva alla base del polmone sinistro. Dolori dell'anca che si irradiano al ginocchio. Grosse squame gialle e traslucide sulla pelle; prurito nello spogliarsi. Si aggrava con l'umido, in riva al mare e in primavera.

 

Repertorio clinico:

 

  Asma, Bronchite, Cefalee e emicranie, Coxartrosi, Eczema, Litiasi biliare, Prurito, Traumatismi.

 

NITRICUM ACIDUM (Acido nitrico)

 

I dolori come per una scheggia

 

  Tutte le lesioni qui elencate sono accompagnate da dolori tipo puntura come per una scheggia e sanguinano con facilità.

 

Le ragadi

 

  Profonde fessure della pelle: eczema con fessure sanguinanti, con la pelle circostante di color giallo. Fessure delle mucose, in specie della mucosa anale.

 

Le ulcerazioni

 

  Ulcera della gamba con granulazioni. Ulcera corneale; afte. Ulcerazione del collo uterino con leucorrea corrosiva, verdastra, maleodorante.

 

Le verruche e i condilomi

 

  Verruche con dolori pungenti alla pressione; la pelle intorno è gialla. Localizzazioni elettive: labbro superiore, pianta dei piedi. Talvolta le verruche sono tagliuzzate e sanguinano. Condilomi ano‑genitali con ragade anale che sanguina con facilità, costrizione anale, emorroidi; secrezione anale maleodorante. Polipi vescicali. Polipo rettale.

 

Repertorio clinico:

 

  Afte, Condilomi anogenitali, Cornea (ulcerazione), Eczema, Emorroidi, Leucorrea, Polipi, Ragade anale, Ulcera cutanea, Verruche.

 

 

NUX MOSCHATA

 

La sonnolenza

 

  Sonnolenza irresistibile; bocca arida senza sete.

 

Repertorio clinico:

 

  Isteria.

 

NUX VOMICA

 

L'irritabilità

 

  Il soggetto tipico di Nux vomica è molto irritabile, meticoloso, esigente, autoritario, aggressivo, geloso, vendicativo. Impaziente, vuol essere obbedito prima di aver dato un ordine, insofferente e impulsivo. È litigioso, irascibile; i suoi accessi d'ira sono frequenti, improvvisi e provocati da motivi futili, ma si placano presto. Non sopporta né la luce, né gli odori, né il rumore. Non tollera di essere contraddetto. È un tipo sedentario, che affatica i suoi organi digerenti e ha bisogno di stimolanti. È anche portato agli eccessi di ogni genere: caffè, alcool, grassi, in genere tutti gli eccessi della buona tavola, tabacco. Ha le guance congestionate e nello stesso tempo è un freddoloso. Starnutisce tutte le mattine, anche senza rinite.

 

I disturbi digestivi

 

  Ha la lingua sporca nella metà posteriore. Dopo i pasti soffre di nausea, di sensibilità della regione epigastrica alla pressione, con impressione di pienezza: quindi ha bisogno di allentare gli abiti. Nella maggior parte dei casi ha sonnolenza postprandiale, e del resto una siesta (anche solo di dieci minuti) gli fa bene. Talvolta ha violenti dolori una mezz'ora dopo il pasto, tipo crampi; dolori addominali per stasi portale; stitichezza spastica con falso stimolo, sensazione che l'intestino non si vuoti mai, emorroidi interne. Ittero da ostruzione. Presenza di ernia inguinale.

 

La rinite

 

  Nux vomica è un rimedio della rinite acuta, anche nei soggetti con un altro farmaco di fondo. Congestione delle guance durante la febbre; tuttavia il malato è freddoloso, si tiene addosso le coperte (Belladona le respinge), perché quando si scopre ha i brividi. Il naso cola durante il giorno, di notte è secco e chiuso.

 

Gli spasmi

 

  Violenti crampi muscolari o spasmi degli organi interni (spasmi gastrici, stitichezza con stimoli inefficaci, tenesmo vescicale). Lombaggine così intensa che il malato è costretto a mettersi seduto per potersi rigirare nel letto. Colica nefritica.

 

Repertorio clinico:

 

  Addominale (colica), Allergia, Ansia, Arterite, Asma, Cefalee e emicranie, Comportamento, Crampi, Discinesia biliare, Dispepsia, Emorroidi, Epatica (colica), Ernia inguinale, Febbre, Freddo (facilità a prendere), Gastrite, Gotta, Gravidanza, Insonnia, Intervento chirurgico, Ipocondria, Lipotimia, Litiasi biliare, Litiasi urinaria, Lombaggine, Nausea, Nefritica (colica), Paranoia, Pressione arteriosa, Rinite, Rinite spastica, Sciatica, Singhiozzo, Stitichezza, Ulcera gastroduodenale, Vertigini, Vomito.

 

OCIMUM CANUM

 

La colica nefritica

 

  Colica nefritica con vomito copioso; sabbia rossa nell'urina dopo la crisi.

 

Repertorio clinico:

 

  Nefritica (colica).

 

OENANTHE CROCATA

 

La crisi di epilessia violenta

 

  Crisi di epilessia con improvvisa perdita della coscienza, trisma, defecazione involontaria. Convulsioni violente seguite da stato pseudocomatoso. Spasmi facciali. Aggravamento durante le mestruazioni.

 

Repertorio clinico:

 

  Epilessia.

 

OPIUM (Oppio)

 

Il respiro rantoloso

 

  Il malato è indifferente, incosciente, immerso in un sonno stuporoso. Ha il viso rosso scuro, coperto di sudore caldo. Gli occhi sono semiaperti, con miosi. Il respiro è un rantolo tracheale. Il quadro può sopravvenire in seguito a uno spavento, a un'insolazione, o un ictus.

 

La stitichezza atonica

 

  Stitichezza senza nessuno stimolo alla defecazione, da inerzia intestinale. Scibale dure, secche e nere. Vomito fecaloide. Ernia strozzata.

 

Repertorio clinico:

 

  Coma, Emiplegia, Ernia inguinale, Ictus, Intervento chirurgico, Paure, Sole, Stitichezza, Vomito.

 

OXALICUM ACIDUM (Acido ossalico)

 

La litiasi ossalica

 

 Eliminazione di ossalati; stimolo a urinare quando il soggetto ci pensa.

 

Repertorio clinico:

 

  Litiasi urinaria.

 

PAEONIA

 

La ragade anale

 

  Ragade anale con dolore costante; dolori durante la defecazione, che proseguono poi per diverse ore; edema della mucosa anale; emorroidi.

 

Repertorio clinico:

 

  Ragade anale.

 

PAREIRA BRAVA

 

La cistite con litiasi

 

  Costante stimolo a urinare, con minzione a goccia a goccia. Il soggetto deve mettersi a quattro zampe, e in questa posizione riesce a espellere un po' di urina facendo grandi sforzi. Dolori vescicali che si irradiano per tutta l'uretra fino al glande, all'inguine e alla coscia durante la minzione. Urina scura che contiene sangue e muco. Infezione urinaria che complica una litiasi renale.

 

Repertorio clinico:

 

  Infezione urinaria, Nefritica (colica).

 

PETROLEUM (Petrolio)

 

Il mal di viaggio

 

  Nausea o sensazione di vuoto allo stomaco durante un viaggio; miglioramento con il mangiare; cefalea occipitale con vertigini.

 

La pelle dall'aspetto sporco

 

  Eczema pruriginoso con pelle dall'aspetto sporco, secca, screpolata; aggravamento d'inverno. La più piccola piaga va in suppurazione.

 

La lesione meniscale

 

  Rigidità del ginocchio per lesione al menisco, con scricchiolii

 

Repertorio clinico:

 

  Eczema, Gonartrosi, Infezioni cutanee, Nausea, Psoriasi, Viaggio (mal di).

 

PHOSPHORICUM ACIDUM (Acido fosforico)

 

L'apatia

 

  In seguito a sovraffaticamento cerebrale, delusione d'amore, dispiacere, malattia febbrile, il soggetto si trova in una condizione di completo esaurimento, nervoso e fisico, con apatia, indifferenza, stupore tranquillo. È incapace di riflettere, di leggere, di raccogliere le idee, di capire quel che gli si dice; non risponde alle domande. È esaurito anche in senso fisico e non può fare nessuno sforzo muscolare. Lamenta oppressione al petto. I capelli si imbiancano prima del tempo e cadono. Presenza di fosfati nelle urine. La sua condizione migliora nella solitudine e dopo un breve sonno.

  Kalium phosphoricum ha un quadro sintomatico analogo ma il soggetto può uscire dal proprio stato per agire.

 

Repertorio clinico:

 

  Alopecia, Astenia, Depressione nervosa, Litiasi urinaria, Memoria, Schizofrenia, Tifoidea.

 

PHOSPHORUS (Fosforo bianco)

 

L'approccio simpatico

 

  Phosphorus è un soggetto generoso, appassionato, artista, sensibile alle disgrazie altrui. Ama rendersi utile. Ha molti amici. Riesce simpatico di primo acchito. Alto, slanciato, si esaurisce in fretta, e non è capace di fare uno sforzo continuato.

 

La grande angoscia

 

  Ha grandi crisi di angoscia senza causa precisa, vero e proprio panico, con sensazione di morte imminente, desiderio di compagnia (se vive solo si precipita da un vicino). Ha paura delle malattie, e il minimo sintomo lo preoccupa. Ha paura anche del futuro, del buio, del crepuscolo, dei ladri. Ha paura del temporale, che sente arrivare; percepisce il maltempo a distanza. Può anche aver bisogno di stare al buio. Talvolta è preso da una condizione estatica con tendenza a denudarsi, oppure dismorfofobia.

 

Le malattie acute

 

  Nelle malattie febbrili acute (spesso gravi) non c'è bisogno di riconoscere la situazione sopra descritta per prescrivere Phosphorus. Sete di grandi quantità di acqua gelata, che il soggetto vomita appena si è riscaldata nello stomaco; fame, talvolta eccitazione sessuale, durante la febbre. Sensazioni localizzate di bruciore (da congestione): nel petto, tra le scapole, sul palmo delle mani, alla laringe, allo stomaco; congestione cefalica con vampe di calore. Oppressione respiratoria quando il malato è coricato sul fianco sinistro; epatizzazione polmonare; palpitazioni, coscienza di avere un cuore. Diarrea dall'odore fetido; defecazione involontaria; l'ano è aperto. Tendenza emorragica.

 

La diatesi emorragica

 

  Le malattie possono essere accompagnate, a seconda dei casi, da epistassi, gengivorragia, emottisi, ematemesi, ecchimosi, ematomi spontanei, porpora. Diatesi emorragica generale, tendenza emofiliaca.

 

Le lesioni

 

  Polipi del naso, delle orecchie, della laringe, del retto, dell'utero, che sanguinano con facilità. Pancreatite con feci untuose. Degenerazione grassa del fegato, delle cellule nervose. Osteonecrosi. Atrofia retinica, retinite; mosche volanti; visione come attraverso un velo, che migliora parandosi gli occhi con la mano e al crepuscolo.

 

Altri sintomi notori

 

  Andatura da ubriaco. I suoni riecheggiano in testa. Desiderio di sale. Ipersensibilità dell'odorato. Raucedine di sera, accompagnata da dolori. Alopecia a chiazze rotonde, calvizie di origine nervosa; i capelli cadono a manciate. Rigurgiti, cibi che risalgono in bocca; fame dopo i pasti.

 

Repertorio clinico:

 

  Acufeni, Ansia, Artrosi, Asma, Astenia, Bambini, Bronchi (dilatazione dei), Bronchite, Cateratta, Cefalee e emicranie, Cetosi periodica, Cirrosi epatica, Comportamento, Coxartrosi, Depressione nervosa, Diarrea, Dispepsia, Dorsalgia, Ecchimosi, Ematemesi, Ematomi, Emofilia, Emorragie, Emottisi, Epatite virale, Epitassi, Esofagite, Extrasistole, Febbre, Fibroma, Fobie, Freddo (facilità a prendere), Gastrite, Gastroenterite, Gengivite, Glaucoma, Infezione cutanea, Intervento chirurgico, Ipocondria, Laringite, Litiasi urinaria, Lombaggine, Mania, Ménières, Nausea, Nefrite cronica, Nefrotica (sindrome), Orecchioni, Pancreatite, Paralisi, Paure, Periflebite, Polipi, Polmonite, Polmonite virale atipica, Porpora, Retina, Rinite spastica, Schizofrenia, Sessuali (problemi), Singhiozzo, Sonnambulismo, Tosse, Ulcera gastroduodenale, Vertigini, Vomito.

 

PHYSOSTIGMA

 

La paralisi dell'accomodamento

 

  Glaucoma con miosi, miopia, paralisi dell'accomodamento, spasmi dei muscoli oculari.

 

Repertorio clinico:

 

  Glaucoma.

 

PHYTOLACCA AMERICANA

 

L'angina rosso scuro

 

  Tonsille e faringe sono color rosso scuro .Quando il soggetto inghiotte sente dolori alla radice della lingua e alla gola che si irradiano alle orecchie. Durante l'angina, o dopo, soffre di dolori reumatici come di lividura o di scarica elettrica, con irrigidimento muscolare. I sintomi si aggravano di notte, con il movimento e l'esposizione all'umidità.

 

Altri sintomi notori

 

  Bisogno di stringere i denti durante la dentizione. Noduli al seno.

 

Repertorio clinico:

 

   Angina, Denti; Difterite, Mononucleosi infettiva, Reumatismi, Seno.

 

PLATINA (Spugna di platino)

 

L'orgoglio altezzoso

 

  Soggetto altero, con sentimenti di superiorità, orgoglio smisurato. Non ha interesse per gli altri, li disprezza, li guarda dall'alto in basso. Per lui non c'è niente di abbastanza bello: vuole i ristoranti migliori, i più bei vestiti (si veste con eleganza, talvolta in modo vistoso).

 

Il problema sessuale

 

  Ipersensibilità degli organi genitali; vaginismo. Ninfomania o frigidità a seconda dei casi; in un soggetto frigido Platina non è da scartare. La chiave della diagnosi è l'altezzosità del carattere e non la ninfomania.

 

Altri sintomi notori

 

  Stitichezza durante i viaggi; le feci aderiscono al retto; ragade anale. Menorragia e metrorragia con grossi grumi neri.

 

Repertorio clinico:

 

  Cisti ovarica, Comportamento, Depressione nervosa, Dismenorrea, Isteria, Paranoia, Prurito, Ragade anale, Sessuali (problemi), Stitichezza.

 

PLUMBUM METALLICUM (Piombo)

 

L'atrofia muscolare

 

  Paralisi con atrofia muscolare, contratture, crampi muscolari; soprattutto agli estensori. Azione elettiva sul corno anteriore del midollo. Violenti dolori addominali con addome retratto a barca.

 

La sindrome renale

 

  Nefrite cronica con ipertensione arteriosa, albuminuria, cilindruria, ematuria; la densità delle urine è inferiore alla normale. Aterosclerosi; arterite; anemia.

 

Repertorio clinico:

 

  Addominale (colica), Arterite, Crampi, Nefrite cronica, Paralisi, Pressione arteriosa, Sciatica, Sclerosi laterale amiotrofica.

 

PODOPHYLLUM PELTATUM

 

La diarrea profusa

 

  Diarrea profusa al mattino presto, spossante, a getti. Prima della defecazione: borborigmi addominali; dopo la defecazione: sensazione di vuoto addominale che si attenua quando il malato si corica sul ventre. Feci giallastre; prolasso rettale. Diarrea durante la dentizione, con bisogno di strofinare le gengive l'una contro l'altra; il soggetto digrigna i denti.

 

La congestione epatica

 

  Fegato ingrossato, congestizio, con sensazione di pienezza dell'ipocondrio destro; dolori dell'ipocondrio destro che migliorano con la frizione. Il soggetto si massaggia di continuo il fegato. Ittero.

 

Repertorio clinico:

 

  Bambini, Denti, Diarrea, Epatica (colica), Epatite virale, Litiasi biliare, Prolasso rettale nel bambino.

 

PRUNUS SPINOSA

 

I dolori oculari

 

  Dolore dei globi oculari di tipo esplosivo.

 

Repertorio clinico:

 

  Glaucoma, Zona.

 

PSORINUM (Sierosità di una vescicola di rogna non curata)

 

La fame smaniosa

 

  Alla vigilia delle manifestazioni morbose, in particolare prima di un'emicrania o di una crisi di eczema, il soggetto prova una sensazione di fame, talvolta di euforia, di benessere. Può anche sentire fame mentre ha l'emicrania. È un freddoloso che dispera di poter guarire.

 

Le alternanze morbose

 

  Si osservano certe alternanze: eczema e diarrea, eczema e emicrania, eczema e asma. La pelle è sporca e untuosa, con eruzioni alle pieghe. Otorrea fetida con cefalea. Dispnea che migliora quando il soggetto sta disteso con le braccia incrociate. Si pensa in particolare a Psorinum quando i rimedi in apparenza appropriati non hanno effetto.

 

Repertorio clinico:

 

  Allergia, Angina, Asma, Cefalee e emicranie, Eczema, Gravidanza, Orzaiolo, Otite, Prurito, Rinite spastica, Rogna.

 

 

PULSATILLA

 

La fragilità

 

  Soggetto timido, tenero, emotivo, arrendevole con chi gli sta intorno. Arrossisce con facilità quando gli si rivolge la parola, piange nel raccontare i suoi sintomi, piange per un nonnulla. Passa con facilità dal riso al pianto, o viceversa. È di umore mutevole; migliora se consolato, e ricerca la consolazione; una parola gentile lo calma. Ha bisogno di compagnia, di molto affetto. Perciò ama fare dei regali, non gli piace essere in lite con qualcuno. La molla psicologica di Pulsatilla è il timore di non essere amato. Nonostante la mitezza abituale può andare in collera se pensa che gli altri non si interessino a lui. Talvolta ha timore dell'altro sesso.

  Il bambino è docile, facile da educare, piagnucoloso, molto affettuoso. Il rimedio è spesso indicato al momento della pubertà; anche per gli adulti passivi, dalla voce dolce e infantile. Durante la visita, guardare sempre negli occhi il soggetto di Pulsatilla: gli fa sempre piacere.

  La tipologia «capelli biondi e occhi azzurri, pur essendo classica, non è affatto necessaria per prescrivere il farmaco; conta di più, invece, l'aspetto fragile, dolce, patetico.

 

Tutto è variabile

 

  In Pulsatilla è tutto variabile: l'umore, come abbiamo visto; le feci, le mestruazioni, i dolori. I reumatismi sono erratici, cambiano in fretta articolazione e caratteristiche.

 

La stasi venosa

 

  Sono caratteristici: la stasi venosa, la pelle marmorizzata, l'aggravamento generale in una stanza troppo riscaldata. Grande desiderio d'aria: il soggetto migliora con l'ossigenazione, all'aria aperta, spalancando le finestre. Febbre senza sete con freddolosità, vene gonfie; durante la febbre il malato è docile.

 

Il catarro delle mucose

 

  Facilità a prendere freddo. Le secrezioni non sono irritanti, vanno dall'incolore al giallo, o mucopurulente. Oftalmie, orzaioli, riniti, otiti, bronchiti a ripetizione. Naso chiuso di sera, che cola al mattino; espettorati gialli di sapore dolciastro; localizzazione elettiva all'apice dei polmoni; emissione di urina nel tossire. Perdita del gusto e dell'odorato durante il raffreddore. Cefalea congestizia con lacrimazione non irritante. Indigestione con sensazione di pietra nello stomaco. Diarrea dopo aver mangiato cibi grassi (o gelati). Infiammazione dei testicoli, epididimite, prostatite, idrocele. Leucorrea non irritante. Cistite. Sensazione di calore nel perineo.

 

L’ ipomenorrea

 

  Le mestruazioni sono in ritardo, poco abbondanti, con un flusso capriccioso, intermittente; si fermano per un giorno e poi ricominciano. Il menarca è tardivo.

 

Altri sintomi notori

 

  Avversione per il grasso, la lingua individua anche la più piccola particella di grasso. Desiderio di formaggio. Eruzioni rosate, morbilliformi. Sintomi unilaterali.

 

Repertorio clinico:

 

  Aborto spontaneo, Acne giovanile, Alopecia, Amenorrea, Ansia, Asma, Bambini, Blefarite, Bronchi (dilatazione dei), Bronchite, Cefalee e emicranie, Comportamento, Congiuntivite, Depressione nervosa, Diarrea, Dismenorrea, Dispepsia, Erisipela, Febbre, Freddo (facilità a prendere), Gravidanza, Idrocele, Infezione urinaria, Ipocondria, Isteria, Leucorrea, Lipotimia, Morbillo, Nausea, Orchite, Orecchioni, Orzaiolo, Otite, Pancreatite, Periflebite, Premestruale (sindrome), Prostatite, Quinta malattia, Raynaud (sindrome di), Retina, Reumatismi, Rinite, Rinite spastica, Rosolia, Sesta malattia, Sessuali (problemi), Sinusite, Tic nervosi, Tosse, Ulcera cutanea, Varici, Vomito.

 

PYROGENIUM (Autolisato di carne di bue, di maiale e di placenta umana)

 

L'infezione grave

 

  Dissociazione del polso e della temperatura con indolenzimenti; il letto sembra duro. Fetore di tutte le secrezioni, in specie la diarrea. Antrace, linfangite, setticemia.

 

Repertorio clinico:

 

  Infezione cutanea, Intossicazione da cibi guasti, Linfangite.

 

RANUNCULUS BULBOSUS

 

Le vescicole

 

  Vescicole bluastre che evolvono in croste cornee. Intenso prurito che si aggrava al tocco e a contatto con i vestiti. Eruzione sul torace o vicino agli occhi.

 

Le algie

 

  Fitte intercostali che si aggravano al tocco, per la pressione degli abiti, per il movimento, la respirazione, il mutare del tempo, il clima di temporale. Algie reumatoidi con dolori pungenti con sede elettiva ai muscoli intercostali. Algie da postumi di zoster.

 

Il singhiozzo

 

  Singhiozzo dopo le bevande alcoliche.

 

Repertorio clinico:

 

  Nevralgie, Reumatismi, Singhiozzo, Zona.

 

RAPHANUS SATIVUS

 

La paresi intestinale

 

  Indicato nella paresi intestinale postoperatoria con meteorismo.

 

Repertorio clinico:

 

  Intervento chirurgico.

 

RATANHIA

 

La ragade anale

 

  Ragade anale con dolori che persistono per parecchie ore dopo la defecazione, come se l'ano fosse pieno di frammenti di vetro, e migliorano con un semicupio freddo; costrizione anale; ano sensibile al tocco; sensazione di secchezza e di calore all'ano; emorroidi che escono durante la defecazione.

 

Repertorio clinico:

 

  Ragade anale.

 

RHODODENDRON

 

La localizzazione ai testicoli

 

  Orchite cronica a tendenza atrofica; sensazione di schiacciamento del testicolo; epididimite; idrocele.

 

Repertorio clinico:

 

  Idrocele, Orchite.

 

RHUS TOXICODENDRON

 

La rigidità articolare che migliora con il movimento

 

  Rhus toxicodendron è indicato nei casi di rigidità dolorose dei tendini, conseguente a umidità, intenso sforzo muscolare, o che si manifesta durante una sindrome di tipo influenzale. I sintomo si aggrava all'inizio del movimento, si attenua prosenguendo  il movimento; il soggetto ha bisogno di muoversi per trovar sollievo ai dolori, che eventualmente ritornano per stanchezza.

  Dolori all'articolazione temporo‑mascellare. Dolori fra le spalle nell'inghiottire. Lombalgia che migliora su un piano duro. Distorsione. Raucedine dopo sforzo prolungato della voce che migliora a mano a mano che il soggetto parla. Miglioramento con le applicazioni di calore.

 

Le vescicole

 

  Eruzione di vescicole circondate da un infiltrato rosso; il liquido è chiaro ma può evolvere verso la suppurazione. Prurito intenso che migliora con applicazioni di calore, che si aggrava col grattare; sensazione di bruciore dopo il grattare.

 

Le malattie infettive

 

  Malattie infettive, con esaurimento, febbre adinamica; rigidità muscolare con dolori che migliorano per il movimento, quindi agitazione per riuscire a calmarli. Triangolo rosso sulla punta della lingua. Herpes.

 

Repertorio clinico:

 

  Acne giovanile, Allergia, Astenia, Comportamento, Congiuntivite, Crosta lattea, Distorsione, Dorsalgia, Eczema, Epicondilite, Erisipela, Eritema nodoso, Herpes, Esofagite, Febbre, Influenza, Laringite, Lombaggine, Orecchioni, Orticaria, Otite, Periartrite, Prurigine, Reumatismi, Scarlattina, Sciatica, Sport, Tendinite, Tifoidea, Traumatismi, Varicella, Zona.

 

RHUS VERNIX

 

La disidrosi

 

  Vescicole piccolissime, più piccole di quelle di Rhus toxicodendron; intenso prurito che migliora con le applicazioni di calore. Tipico aspetto di disidrosi.

 

Repertorio clinico:

 

  Eczema.

 

RICINUS COMMUNIS

 

I problemi dell'allattamento

 

  Alla 5 CH (tre globuli tre volte al giorno) il farmaco aumenta la secrezione lattea. Alla 30 CH (una dose al giorno per tre giorni) facilita lo svezzamento.

 

Repertorio clinico:

 

  Parto.

 

ROBINIA

 

Il vomito acido

 

  Vomito acido che irrita i denti, l'esofago. Bruciori di stomaco da ipercloridria. Cefalea frontale.

 

Repertorio clinico:

 

  Esofagite, Gastrite.

 

RUMEX CRISPUS

 

L'aggravamento con la minima aria fredda

 

  Tosse secca con solletico alla laringe, che si aggrava al minimo soffio d'aria fredda.

 

Repertorio clinico:

 

  Tosse.

 

RUTA GRAVEOLENS

 

La sensazione di ossa rotte

 

  Traumatismi del periostio, contratture tendinee, tendinite da inserimento. Il soggetto lamenta una sensazione di ossa rotte. Interessati i tendini flessori con localizzazione elettiva al polso. I tendini sono rigidi e dolenti; migliora con il movimento. Distorsione o postumi di distorsione.

 

Repertorio clinico:

 

  Distorsione, Epicondilite, Fratture, Lombaggine, Periatrite, Reumatismi, Tendinite, Traumatismi.

 

SABADILLA

 

Gli starnuti spasmodici

 

  Rinite acquosa con secrezione che irrita il naso e gli occhi. Dolori sinusali. Occhi arrossati. Accessi di violenti starnuti spasmodici. Irritazione della gola. Si aggrava per l'odore dei fiori e all'aria aperta.

 

La verminosi

 

  Verminosi con dolori periombelicali, prurito del condotto auditivo esterno, eccitazione sessuale.

 

Repertorio clinico:

 

  Rinite spastica, Sessuali (problemi), Verminosi.

 

SABAL SERRULATA

 

Il prostatismo

 

  Ipertrofia della prostata con disuria; dolori genitali durante il coito.

 

Repertorio clinico:

 

  Prostata (ipertrofia della).

 

SABINA

 

Le emorragie genitali parossistiche

 

  Emorragie genitali di sangue rosso brillante, fluido, misto a grumi, in parossismi, con dolori intensi che si ripercuotono dal sacro al pube; si aggrava con il minimo movimento. Menorragia di sangue rosso misto a grumi, dolori simili alle doglie. Tendenza all'aborto, soprattutto verso il terzo mese di gravidanza.

 

Repertorio clinico:

 

  Aborto spontaneo, Dismenorrea, Menorragia, Metrorragia.

 

SAMBUCUS NIGRA

 

Il naso chiuso di notte

 

  Di notte il bambino si sveglia di soprassalto, in piena crisi di soffocamento, con sudorazione profusa, cianotico. Ha il naso secco e chiuso, deve respirare dalla bocca. Ha una tosse soffocante con muco nella laringe e dispnea respiratoria.

 

Repertorio clinico:

 

  Larin