Rescue remedy

Rescue remedy

I fiori di Bach

I fiori di Bach sono rimedi ottenuti da alcune essenze floreali ottenute da fiori freschi immersi in acqua sorgiva irradiata dal sole e utilizzate per ottenere una riarmonizzazione a livello emozionale, mentale e fisico. Tale metodica fu introdotta ufficialmente da Edward Bach all’inizio degli anni ’30. Le principali caratteristiche della floriterapia secondo Bach sono:

1) Il riconoscimento del primato delle emozioni come parte più arcaica, ma anche più decisiva nel vissuto dell’uomo.
2) L’esplorazione degli stati d’animo e delle emozioni dell’uomo.
3) L’identificazione di 38 essenze floreali psicoattive capaci di modificare condizioni emozionali negative in stati d’animo positivi.
4) La valorizzazione della persona rispetto alla malattia.
5) La logica della totalità nella classificazione delle 7 categorie emozionali fondamentali dell’uomo.
6) L’imitazione e la sintesi degli elementi della natura nella tecnica di preparazione delle essenze floreali.
7) La memoria, l’interpretazione moderna e l’attuazione della tradizione terapeutica dei druidi e dei celti.
8 ) La scelta del rimedio adatto decondo la “teoria delle segnature”.
9) La semplicità del metodo terapeutico.
10) La ricerca della pienezza della salute, intesa come benessere non solo fisico, ma anche mentale, emozionale e sociale.

I fiori di Bach sono 38.

Fiori di Bach1 Agrimony
Agrimoia eupatoria. Agrominia o eupatoria

2 Aspen
Populus tremula. Pioppo tremulo

3 Beech
Fagus sylvatica. Faggio

4 Centaury
Centaurium umbellatum. Cacciafebbre

5 Cerato
Ceratostigma willmottiana. Cerato

6 Cherry plum
Prunus cerasifera. Mirabolano

7 Chestnud bud
Aesculus hippocastanum. Ippocastano (boccioli)

8 Chicory
Cichorium intybus. Cicoria selvatica

9 Clematis
Clematis vitalba. Vitalba

10 Crab apple
Malus sylvestris. Melo ornamentale

11 Elm
Ulmus procera . Olmo inglese

12 Gentian
Gentiana amarella . Genzianella autunnale

13 Gorse
Ulex europaeus . Gnestrone

14 Heather
Calluna vulgaris . Brugo

15 Holly
Ilex aquifolium . Agrofoglio

16 Honeysuckle
Lonicera betulus . caprifoglio

17 Hornbeam
Carpinus betulus . Carpino bianco

18 Impatiens
Impatiens glandulifera . Balsamina o non-mi-toccare

19 Larch
Larix decidua. Larice

20 Mimulus
Mimulus guttatus . Mimolo giallo

21 Mustard
Sinapis arvensis . Senape selvatica

22 Oak
Quercus robur . Quercia

23 Olive
Olea europea . olivo

24 Pine
Pinus sylvestris . Pino

25 Red chestnut
Aesculus carnea . Ippocastano rosso

26 Rock rose
Helianthemum nummularium . Eliantemo

27 Rock water
Acqua di roccia

28 Sclerathus
Scleranthus annuus . Centigrani o florsecco

29 Star of bethlehem
Ornithogalum umbellatum . Latte di gallina

30 Sweet chestnut
Castanea sativa . Castagno dolce

31 Vervain
Verbena officinalis . Verbena

32 Vine
Vitis vinifera . Vite

33 Walnut
Juglans regia . Noce

34 Water violet
Hottonia palustris . Violetta d’acqua

35 White chestnut
Aesculus hippocastanum . Ippocastano bianco

36 Wild oat
Bromus ramosus . Avena selvatica

37 Wild rose
Rosa canina . Rosa canina

38 Willow
Salix vitellina . Salice giallo

39 “Rescue Remedy”
Ogni rimedio è contraddistinto da un numero e dal nome inglese.L’ordine è alfabetico. Fa eccezione il Rescue Remedy che è ottenutoda più fiori di Bach.

il “rescue remedy” – rimedio d’emergenza

Il “Rescue Remedy” è preparato con 5 fiori di Bach:Clematis, Cherry plum, Impatiens, Rock rose, Star of Bethlehem.

Edward Bach mise a punto il Rescue Remedy nel 1934, utilizzandolo come mezzo di pronto soccorso terapeutico in tutte le condizioni di emergenza: trauma fisico e psichico, lutti, distacchi, perdite, abbandoni. Inizialmente usò la combinazione di Clematis, Impatiens e Rock rose.

Successivamente aggiunse anche Cherry plum e Star of bethlehem.

E’ consigliato per le situazioni di emergenza e traumatiche (incidenti, traumi, condizioni di stress, esami, interventi chirurgici, parto, paure, spaventi, cause giudiziarie, distacchi affettivi, lutti…).

Il Rescue Remedy può essere utilizzato anche per via topica, imbevendo una garza con acqua in cui si sono diluite 4 gocce di Rescue Remedy o per risciacqui (afta, gengiviti, stomatiti, estrazione dentaria o cure odontoiatriche).

Questo preparato complesso è disponibile anche sotto forma di pomata, da applicare con un lieve massaggio in caso di ferite, ematomi, punture d’insetto, graffi, distorsioni, bruciature, traumi.

Rescue Remedy viene usato anche per la cura delle piante ed in particolare quando la pianta è stata trapiantata o rinvasata o spostata. Se la pianta soffre perchè non è stata innaffiata o quando ha subito uno stress termico (calore eccessivo o acqua troppo fredda), si aggiungono 4 gocce di Rescue Remedy all’acqua dell’innaffiatoio. Si aggiungono 4 gocce su una zolletta di zucchero oppure nel cibo o nell’acqua da bere.

Nella cura degli animali Rescue Remedy è impiegato quando l’animale ha subito un trauma, zoppica, si è danneggiato un’ala oppure si è impaurito per uno spavento. E’ utile inoltre, dopo un parto o un intervento chirurgico.

SEGUE–>