Omeopatia: 15-20% degli italiani sceglie cure alternative

Omeopatia: 15-20% degli italiani sceglie cure alternative

Roma, 22 ott. (Adnkronos/Adnkronos Salute) – Gli italiani che scelgono la medicina complementare, ovvero l’ omeopatia, la fitoterapia e l’agopuntura, sono il 15-20% della popolazione. E chi lo fa opta per questa ‘strada’ anche per i propri figli. In crescita, inoltre, il numero di cittadini, circa il 22%, che utilizza le erbe nella cura di sintomi depressivi, disturbi infiammatori cronici e patologie reumatiche. A fotografare per l’Adnkronos Salute il fenomeno della medicina alternativa in Italia e’ Fabio Firenzuoli, direttore medicina integrata dell’ospedale Careggi di Firenze. Secondo l’esperto la vicenda del bimbo morto a Lecce e figlio di un omeopata, che lo avrebbe curato solo con medicina naturale e alternativa, e’ l’espressione della grave lacuna legislativa italiana in materia di medicina naturale. “Oggi solo la Regione Toscana – avverte lo specialista – si e’ dotata di una serie di norme che strutturano questo settore, garantendo la serieta’ del percorso formativo e la qualifica di medico omeopata. Grazie alla collaborazione tra Ordine dei medici e universita’”. “Nessun medico omeopata toscano – aggiunge Firenzuoli – avrebbe somministrato a una bambino una tisana al finocchio al posto di un antibiotico”.

(22 ottobre 2011 ore 12.32)